Claudio Purpura: “Montella sta deludendo, Bacca è più adatto alla Liga che alla Serie A, Icardi interessa al Real, Dybala no al Barça”

di Francesco Montanari

Claudio Purpura, avvocato e agente Fifa e grande esperto del mercato spagnolo, risponde in esclusiva a derbyderbyderby su Icardi, Dybala, Montella e Bacca.

Claudio, a Madrid si parla veramente di Icardi al Real? “Icardi è un prospetto che fa gola a tutte le big del calcio europeo. Un attaccante completo, in grado di giocare sia in profondità che spalle alla porta, bravissimo sia palla a terra che sui palloni alti. Se poi si considera la giovane età, credo sia il miglior giocatore in prospettiva futura. E’ chiaro che il Real in questo momento, possa essere maggiormente interessata rispetto alle altre, in considerazione dell’annata sotto tono di Benzema. Peraltro, nelle ultime ore il malumore dei tifosi nei confronti del francese ha costretto Cristiano Ronaldo ad intervenire in prima persona, chiedendo agli “aficionados” di non fischiare l’attaccante. Appare evidente come per i ‘blancos’ appaia necessario muoversi proprio per trovare un sostituto in quel ruolo, e Icardi è sicuramente una prima scelta”.

Montella al Siviglia ha accettato una sfida difficile? “Il Sevilla ha degli ottimi elementi in rosa, giocatori che fanno la differenza: Vazquez, Muriel, Banega (vecchie conoscenze del nostro campionato), Nolito, J. Navas, Correa. Elementi che altre squadre si sognano. Ha tutto per essere la quarta forza del campionato. Non vedo una sfida, semmai, le sconfitte con squadre sulla carta più deboli, sia quelle sonore con Eibar 5-1 e Betis 3-5, sia quella di misura con l’Alaves o il pareggio interno con il Getafe, mi farebbero propendere più per una delusione rispetto alle aspettative”.

Dybala al Barcellona in estate è fantamercato? “Dybala al Barcellona non lo vedo, non tanto per una questione di mercato, quanto per una questione di ruolo: con Messi sarebbe relegato a fare l’esterno. Per carità, conosco l’umiltà di questo ragazzo, tutti a Palermo (la mia città nativa) sanno che è un giovane con i piedi per terra, pronto a qualsiasi sacrificio pur di seguire quel sogno chiamato pallone, per cui penso anche che lui si calerebbe perfettamente nella parte e darebbe il massimo anche in quel ruolo. Ma sarebbe veramente un peccato vederlo giocare lontano dalla porta, piuttosto che in mezzo al campo, dove peraltro é in grado di dare una mano anche in fase di costruzione del gioco”.

Bacca è tornato a segnare al Villarreal: resterà nella Liga? “Racconto un aneddoto. Un anno, nella sessione invernale, lavorando con i colleghi Antonio Quarto e Giovanni Antonucci, ebbi modo di proporre Dorlan Pabon (colombiano in quel momento in forza al Parma, 0 gol) al Granada e al Sevilla. Finì al Betis, grazie all’intermediazione di un altro agente, e con 8 gol e 4 assist,e quell’anno risultò il miglior acquisto di gennaio del campionato spagnolo. Con questo intendo dire che spesso i giocatori Colombiani rendono di più nel campionato spagnolo che in quello italiano, e questo anche grazie al fatto che in Spagna, per questioni storico-culturali, si sentono a casa. Bacca a mio avviso è uno di questi giocatori. Qui ha sempre fatto la differenza”.

Si ringrazia Claudio Purpura per la cortese disponibilità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *