Le “capitali” dei derby del weekend: Benevento, Chiavari, la Toscana e Barcellona

di Marco Varini

Inizia dall’Italia il nostro consueto viaggio sui derby del weekend, per un fine settimana ricco di sfide, a cominciare dalla sfida tutta campana fra Benevento e Napoli. Squadre in campo domenica alle 20.45 al Ciro Vigorito, per il posticipo della 23^ giornata di Serie A. Un match attesissimo, tanto che il Benevento ha indetto la “giornata giallorossa”, con gli abbonamenti stagionali non validi per questo match, e ci si attende un’invasione azzurra. Padroni di casa reduci da due brutti ko (entrambi per 3-0) contro Torino e Bologna, e chiamati a riscattare il pesante 0-6 del match di andata al San Paolo. Partenopei reduci invece da 7 vittorie consecutive, alla ricerca di punti importanti per continuare la lotta scudetto. Classifica diametralmente opposta per le due formazioni, con il Napoli 1° a quota 57 punti, Benevento fanalido di coda con soli 7 punti. È la classica sfida testa-coda, ma in un derby si sa, tutto è possibile.

Proseguiamo il nostro viaggio con un salto in Serie B, per il derby tutto ligure Entella-Spezia. Squadre in campo lunedi 5 ore 20.30 allo stadio comunale di Chiavari, per il posticipo della 24^ giornata. Un match molto atteso, ma con diverse assenti, soprattutto nei chiavaresi, che non potranno schierare capitan Troiano, oltre a Luppi e Diaw. Nello Spezia assente illustre Alberto Gilardino, fermo per una lesione al gemello del polpaccio destro, a cui si aggiunge lo squalificato Lopez. Una sfida dal sapore particolare per le due liguri, alla ricerca di punti importanti per la classifica e per la supremazia regionale. La classifica vede i chiavaresi al 17° posto con 24 punti, al confine della zona retrocessione, Spezia al 10° posto a quota 31.

Tanti derby in programma anche in Lega Pro, soprattutto nel girone A, nella “derbissima” Toscana. Si parte stasera alle 20.45 con Lucchese-Arezzo, anticipo della 23′ giornata. Due squadre in un momento non esaltante, soprattutto la Lucchese, reduce da quattro sconfitte e un pareggio nelle ultime cinque partite. Anche l’Arezzo non attraversa un bel momento, reduce da 2 sconfitte consecutive contro Pistoia e Piacenza. La classifica vede l’Arezzo 13° con 27 punti, Lucchese 14^ a quota 25.

Altra sfida in programma è quella fra Pistoiese e Livorno, in campo domenica alle 14.30. Un match sentitissimo, che già nello scorso maggio è stato teatro di violenti scontri fra le due tifoserie. Livorno che giocherà quasi in casa, è previsto infatti un esodo amaranto, coi tifosi ospiti in numero maggiore rispetto a quelli di casa. 14 i precedenti a Pistoia, con ben 8 pareggi. Ultima vittoria Livorno è proprio lo 0-2 dello scorso maggio, che ha interrotto un digiuno durato ben 8 anni. La classifica vede gli ospiti saldamente al comando con 50 punti, Pistoiese al 9° posto a quota 29. Stesso orario, domenica ore 14.30, per la sfida che chiude il quadro del girone, Gavorrano-Prato. Si tratta di uno scontro salvezza, già di per sé delicato, ancor di più trattandosi di un derby. Gavorrano chiamato a vendicare lo 0-1 dell’andata, nel match deciso dalla rete di Tchanturia. La classifica vede le due squadre agli ultimi 2 posti, con soli 14 punti. Chi perde rischia di dire addio alla permanenza in C.

Chiudiamo il nostro viaggio con un salto in Spagna, precisamente a Barcellona, per il derby catalano Espanyol-Barcellona, valido per la 22^ giornata di Liga. Un match attesissimo in Catalogna, in programma domenica 4, ore 16.15, allo stadio “Cornellà-ElPrat”. Un match molto equilibrato, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, come dimostrano le statistiche: 83 i precedenti fra le 2 formazioni, con 31 vittorie Barça, 25 dell’Espanyol e 27 pareggi. Il risultato più frequente è l’1-1, a dimostrazione della grande tensione presente in questo derby. La classifica vede il Barça saldamente al comando della Liga con 57 punti, +11 sull’Atletico 2°, per un campionato che sembra ormai al sicuro nella cassaforte blaugrana. Espanyol 14° con 24 punti, alla ricerca di punti importanti per tenere a distanza la zona retrocessione.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *