Quale futuro per Antonio Conte?

di Emanuele Colangeli

Il futuro di Antonio Conte al Chelsea appare ormai segnato. Nonostante smentite di rito e quant’altro sembra essere veramente giunta al capolinea l’avventura del tecnico pugliese all’ombra del Tower Bridge. Il difficile rapporto con la proprietà del club potrebbe far epilogare il tutto con un divorzio che non lascerebbe certo sorpresi media e bookmakers che avevano da tempo, precisamente dalla campagna acquisti estiva, paventato questa eventualità. Sono diversi i club pronti ad accaparrarsi il lavoro di uno tei tecnici più vincenti d’Europa: Inter, Milan, Psg e Real Madrid su tutti. Nelle ultime settimane però sembra anche tornata in auge un’idea suggestiva: quella di rivedere Conte sulla panca azzurra. Le dichiarazioni di Billy Costacurta, attuale sub commissario alla FIGC sembrano proprio prendere questa piega, certo è che ormai la scelta del prossimo ct sembra essersi delimitata a due tre nomi e non ci vorrà molto per effettuare una scelta che potrebbe risultare decisiva in vista delle prossime qualificazioni ad Euro 2020, che passeranno anche dalla Nationals League. Lo stipendio percepito dal pugliese sembra proibitivo ma l’ex allenatore della Juventus potrebbe anche decidere, qualora ci fossero le condizioni di fare un sacrificio, riabbracciare i colori azzurri e tentare di continuare una strada che si era bruscamente interrotta nel 2016 agli Europei di Francia quando Graziano Pelle’ decise di divorarsi il rigore decisivo che avrebbe potuto portare i Conte boys in una super semi finale con la Francia, anziché tornare a casa tra lacrime e rimpianti, Conte-Nazionale certi amori, non finiscono..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *