Olanda, 2′ divisione: abbiamo perso il derby? Giù botte agli avversari!

di Marco Varini –

L’Ijssel non ha colpe, se non di essere un ramo del Reno che divide due province olandesi, la Gheldria e l’Overijssel a est dei Paesi Bassi. Nella Gheldria c’è Doetinchem, la citta del Graafschap. Nell’Overijssel c’è Deventer, la citta del Go Ahead Eagles. Siamo nella Eerste Divisie, la seconda divisione olandese e quando le due squadre si affrontano è derby. Niente di male per due cittadine che distano fra loro una quarantina di chilometri.

Se poi il De Graafschap è in zona playoff, mentre il Go Ahead sono nelle zone basse della classifica, ci sta anche che quelli di Deventer possano mettere in preventivo di perdere la sfida più sentita. Ma non è stato così, purtroppo, nella 27esima giornata di campionato, la giornata della follia in Olanda. Al termine del derby vinto 4-0 dal De Graafschap sul campo dei rivali, alcuni ultrà del Go Ahead Eagles hanno fatto irruzione in campo al termine del derby  per scontrarsi con i calciatori.

Calciatori e staff del Go Ahead sono intervenuti per difendere i colleghi, alcuni di loro hanno reagito sferrando calci e pugni, dalla furia dei tifosi, sfuggiti al controllo degli steward. In una nota, il Go Ahead ha duramente condannato l’accaduto: “Ci vergogniamo profondamente. Il club farà ogni sforzo possibile per prendere le misure appropriate nei confronti dei responsabili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *