Verso Londra: più che la joya, Dybala è la forza della Juve

di Mattia Marinelli –

Secondo Allegri, che non molla come Sarri alle prime difficoltà, la Juventus “ha moltissime probabilità di qualificarsi”. Ma all’esterno dello spogliatoio bianconero,  si parla di “impresa sportiva” nel caso in cui la Juve riuscisse a volgere a proprio favore il 2-2 dell’andata a Torino.

Lo stesso Allegri dovrà rinunciare, con molta probabilità, all’argentino Gonzalo Higuain, mentre stringerà i denti il croato Mario Mandzukic. Per il resto giocheranno Lichtsteiner, Benatia, Chiellini ed Alex Sandro. In mezzo al campo Khedira, Pjanic e Matuidi, davanti Costa e Mandzukic assieme a Dybala.

Dal canto suo Pochettino, che molte voci vogliono in futuro al Real Madrid, dovrà fare a meno di Alderweireld, alle prese con un infortunio, ed Aurier, squalificato. Davanti a Lloris giocheranno Trippier, Sanchez, Vertonghen e Davies, a centrocampo Dier e Dembele. Dietro a Kane agiranno Eriksen, Alli e Son.

Lucas Moura, nazionale brasiliano e centrocampista degli Spurs, ha dichiarato: “Il 2-2 dell’andata è stato un bel segnale per noi, ma sarebbe un errore affrontare il match di Wembley per gestire il risultato. La Juventus è una grande squadra, una delle migliori d’Europa”.

Il gol della vittoria di Dybala a Roma ha poi trasmesso ulteriore forza agli juventini. Il gol della vittoria, all’ultimo assalto dopo una brutta prestazione contro la Lazio, ha invece riportato la Juve sul consueto terreno: “Non importa come, ma alla fine vinciamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *