Pepe Reina, mentre tutto scorre…

di Serena Calandra –

Il mondo del calcio è da sempre e come sempre un mondo fatto di arrivi e di addii. Ad essere i protagonisti di questi due momenti ovviamente sono puntualmente loro: allenatori e giocatori. La dove finisce un’avventura ce n’è sempre una pronta a partire.  Nulla è mai scontato e come per le cose più belle della vita nulla è mai per sempre. Durante la storia del calcio ci sono stati addii che hanno lasciato il segno, fatto commuovere gli appassionati sostenitori, suscitare rabbia e amarezza. Addii che non sono stati semplici da digerire ma che nonostante ciò hanno trovato rassegnazione e accettazione in coloro che hanno amato. Tra le tante squadre del massimo campionato una delle protagoniste indiscusse negli ultimi tempi , è stato sicuramente, il Napoli di De Laurentis. Basti pensare   all’addio nel 2016 del giocatore argentino Gonzalo Higuain, passato alla Juventus, acerrima e indiscussa nemica dei partenopei.  La squadra di Sarri, che allora dovette confrontarsi con  le molteplici emozioni del momento, anche oggi si trova a fare i conti con un altro addio importante.  Dal sapore sicuramente diverso rispetto al primo ma senza dubbio inaspettato. Ovvero quello che vede al centro di tutto il numero 25 del Napoli, Pepe Reina.  L’estremo difensore infatti si prepara a conservare la propria maglia azzurra nel cassetto dei ricordi e ad archiviare una delle esperienze più significative della propria vita. Con le sue super parate il giocatore spagnolo ha mostrato la propria imbattibilità e determinazione sino a collezionare un’esperienza unica ed utile in vista della sua prossima e vicina tappa.  Pepe Reina, grande esperto, visto i suoi 35 anni, non ha alcun dubbio ed ha già scelto quello che sarà il palcoscenico delle sue future esibizioni. Sarà il Milan di mister Gattuso. Manca infatti solo l’ufficialità della società rossonera e la firma di un contratto che lo vedrebbe legato al club per i prossimi due anni. Si perché  il giocatore, in seguito al match di domenica 11 marzo giocato contro l’Inter,  pare abbia effettuato le visite mediche e osservato alcuni dei dettagli più importanti in vista della sua collocazione.

Il Napoli intanto, ignaro di tale situazione, fa i conti con una sorpresa per nulla gradita che lo spinge a guardare avanti e verso altre direzioni.  Vari i nomi e le scelte analizzate, tra tutte pare ci sia quello del portiere del Tolosa Alban Lafont anche se nella cerchia ristretta potrebbe rientrare quello di un altro numero uno: Alisson Ramsés Becker, attuale giallorosso. Nulla ovviamente è ancora stato deciso. La scadenza del contratto di Reina, fissata per il 30 giugno 2018, resta ad oggi infatti l’unica certezza.  I titoli di coda si preparano a scorrere poiché nonostante i l mondo del calcio possieda la prerogativa dell’incerto sino alla fine,  certi finali si sa non possono essere evitati.   Certo è che “l’addio” prima e “l’approdo” dopo dello spagnolo ci portano a porci alcune domande di non poco conto come ad esempio quale sarà stata la reazione dei tifosi napoletani?  Chi potrebbe giungere al suo posto già al 30 luglio 2018? E poi ancora, cosa succederà adesso in casa Milan vista la presenza di Gigi Donnarumma? Sarà ancora il giovane diavoletto il numero uno dei rossoneri? Insomma la carne al fuoco non manca ma la squadra di Milanello è in fondo abituata a rapportarsi con le fiamme e da sempre sa riconoscere bene il tipo di fuoco con cui ha a che fare!…

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *