A Viareggio, fra i giovani, il volto peggiore del derby toscano

di Marco Varini –

Doveva essere solo un derby quello andato in scena  a Scandicci (Firenze( tra la Fiorentina Primavera e l’Empoli, negli ottavi di finale della Viareggio Cup. E invece, violenza e intolleranza. Al termine della partita terminata 3-2 con una doppia rimonta in favore dei baby viola, i giocatori azzurri sono stati bersaglio di insulti da parte dei circa 30 tifosi della Fiorentina (gruppi organizzati) al loro rientro negli spogliatoi. Inulti anche razzisti all’indirizzo dell’esterno Traorè che, a sua volta, ha scagliato verso gli ultras gigliati una borraccia facendo surriscaldare ancora di più gli animi.

Subito la reazione, con i “tifosi” che hanno prima tentato di forzare il cancello che separava gli spogliatoi dal retro delle tribune, senza riuscirsi, e poi hanno scagliato dei sassi contro i calciatori dell’Empoli, colpendo allo zigomo destro il terzino azzurro Alessio Gianneschi (portato poi in ospedale per ulteriori accertamenti, per fortuna senza gravi conseguenze) e il dg dello Scandicci Calcio Gabriele Burroni.

Immediata la reazione dell’Empoli, in particolare del dg Andrea Butti: “C’è il vivo rammarico della Società Empoli FC per questo episodio che non chiama in alcun modo in causa la ACF Fiorentina, anch’essa “vittima” suo malgrado di simili episodi di intolleranza, ma che riguarda alcune lacune nell’organizzazione del Torneo”, ha dichiarato il dirigente azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *