Ultime dalla Cina; Suning libera Sabatini, da Yonghong Li 10 milioni per il Milan

di Mattia Marinelli –

Una lettera ha squarciato il silenzio che grava sull’Inter, tutto il contrario del chiasso che ogni giorno c’è sul Milan. Il mal di pancia di febbraio di Walter Sabatini, quella frase “i cinesi cambiano spesso idea”, è diventato una missiva con richiesta di risoluzione. Proprio così, a inizio marzo il dirigente avrebbe scritto al gruppo che fa capo a Zhang Jindong per chiedere la risoluzione del contratto. Alla base di tutto questo, due nodi irrisolti: l’impossibilità di fare mercato e il progetto ridimensionato del network di squadre, a partire dai casi di Pastore e Ramires. Nella foto il comunicato ufficiale cinese della separazione fra Suning-Inter e lo stesso Sabatini.

E dall’altra parte del Naviglio, della città? Dalle parti del Portello? Ecco che, dopo tanto rumore, i 10 milioni della prima parte dell’aumento di capitale da 37,4 milioni di euro che serviranno al Milan per chiudere la stagione in corso è ormai, come già preannunciato su Twitter domenica, in arrivo sui conti del club rossonero nelle prossime ore. I restanti 27,4 milioni saranno versati in più tranche tra aprile e fine giugno con tempistiche in base alle esigenze di cassa della società milanista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *