#DerbydellaLanterna: Samp per il rilancio, Genoa per la salvezza

di Marco Scipioni –

Dopo la settimana europea, la Serie A torna in campo e, per l’occasione, allo Stadio Luigi Ferraris di Genova si giocherà il derby della Lanterna, stracittadina tra le più antiche che si siano mai disputate, infatti, il derby genovese risulta essere il primo ad essersi giocato siaper quanto riguarda il massimo campionato che per quanto concerne la Serie B. In tal senso il primo confronto tra le due formazioni risale al 3 novembre 1946, anno di fondazione della Sampdoria che si impose al debutto con un netto 3-0.

IL DERBY DELLA LANTERNA – Il soprannome del derby di Genova deriva proprio dalla ‘Lanterna’, faro e simbolo del capoluogo ligure. La costruzione che sorge su una piccola collina chiamata Capo di Faro, è datata addirittura nel 1128 ed è storicamente considerata come il terzo faro più antico del mondo e il secondo più alto d’Europa, primo nel Mediterraneo. Per la sua doppia funzione (di orientamento per i marinai e di protezione del golfo), per la sua storia e per la posizione rilevante all’interno della città, la ‘Lanterna’ di Genova ha assunto un ruolo chiave tanto da essere visto dai genovesi come un simbolo della città, quasi un vero e proprio totem.

GENOA, PARTITA SALVEZZA – Il Grifone si prepara al derby con molta più serenità rispetto alla gara di andata, infatti, la squadra guidata da Davide Ballardini ha raggiunto una posizione di classifica che le permette di vivere il futuro immediato con relativa tranquillità grazie ai suoi 34 punti, dieci in più rispetto al Crotone, terzultimo. Il passo decisivo verso la permanenza in Serie A potrebbe arrivare proprio contro i cugini della Sampdoria, infatti, il Genoa, qualora dovesse vincere salirebbe a quota 37 punti, a sole tre lunghezze dall’ideale linea che si traccia ad ogni inizio di campionato come quota salvezza. A dar man forte alla squadra rossoblu intervengono i numeri e il rendimento mostrato nelle ultime partite e, in particolar modo, nelle ultime tre gare quando il Genoa ha vinto una volta contro il Cagliari (3-04), pareggiato contro la Spal (31-03) e perso contro il Napoli senza tuttavia aver demeritato (18-03).

SAMPDORIA, PARTITA DEL RILANCIO – La stagione della Sampdoria si è, invece, fin qui sviluppata in maniera quasi opposta rispetto a quella dei rivali. La squadra di Giampaolo è, infatti, partita in maniera molto forte per poi rallentare notevolmente a salvezza raggiunta. Emblematico in tal senso il rendimento mostrato dai blucerchiati nell’ultimo mese quando in quattro partite hanno perso tre volte e vinto in una sola occasione (il 3-04, contro l’Atalanta). In questi quattro incontri la Sampdoria ha incassato 12 gol e segnato solamente 3 reti. Il derby, dunque, per la Sampdoria arriva nel momento giusto: dimostrare che la stagione ha ancora molto da dire e che ci sono ancora gli stimoli per chiudere nel migliore dei modi un, fin qui, ottimo campionato.

I PRECEDENTI –  Se il momento attuale sembra veder favorito leggermente il Genoa, gli ultimi precedenti tra le due squadre vedono la Sampdoria più solida e prolifica. Negli ultimi sei derby, infatti, per ben quattro volte ha vinto la Sampdoria. Una sola volta, invece, ha trionfato il Genoa. Il meno recente dei sei precedenti (24-02-15) è, invece, terminato con un pareggio per 1-1. La Sampdoria inoltre ha una serie aperta di derby vinti che dura dal 22 ottobre 2016, ovvero la squadra blucerchiata nelle ultime tre stracittadine ha sempre vinto segnando complessivamente 5 gol e subendone soltanto uno. Al contrario il Genoa non batte la Sampdoria dall’8 maggio 2016 quando, appunto, vinse per 3-0.

Chi avrà la meglio sabato sera? Preverrà la storia recente e la Sampdoria si aggiudicherà il quarto derby di fila oppure il Genoa farà il passo decisivo verso la salvezza spezzando la serie vincente dei cugini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *