Il 2018, 39 punti in palio: 37 li ha conquistati la Juventus

di Enrico Vitolo –

Da sempre il motto è uno solo “vincere aiuta a vincere”. Semplice, banale ed anche scontato, ma di fatto è l’unica cosa che conta. Soprattutto che serve se si vuole arrivare fino in fondo in qualsiasi competizione. Per provare, almeno, a capire come si faccia chiedere alla Juventus che da sette stagioni a questa parte non fa altro che vincere non solo partite ma soprattutto trofei. Per mettere in bacheca l’ennesimo Scudetto manca ancora l’ultimo sforzo, anche questo forse è scontato ma in ogni caso non è una certezza, ma intanto il 2018 ha messo già in chiaro le intenzioni dei bianconeri. In modo eloquente. Senza che nessuno possa affermare il contrario.

Del resto i numeri non si possono contraddire. E che numeri. Con 37 punti conquistati sui 39 disponibili dopo le prime tredici giornate del girone di ritorno (dietro ci sono il Napoli con 30 e il Milan con 28) la squadra di Allegri non ha solo sfiorato la perfezione (12 vittorie e 1 pareggio) ma è anche la formazione ad aver messo nella propria cassaforte più punti tra i cinque principali campionati europei in questo avvio di nuovo anno. I 37 messi insieme dal Barcelona sui 45 disponibili, che vuol dire 15 partite andate in archivio, non possono quindi essere paragonati a quelli della Juventus che alle spalle non ha messo soltanto i catalani ma anche il Paris Saint-Germain (34 su 39), il Bayern Monaco (34 su 30) e il Tottenham (30 su 39). Ora, però, serve l’ultimo sforzo, quello per vincere non solo le partite ma ancora una volta lo Scudetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *