Donnarumma vince il derby con sè stesso e con il “suo” Napoli

di Valentino Cesarini –

Non è mai stato facile per Donnarumma affrontare il Napoli. Nella sua città lo fanno sentire un po’ un traditore il portiere prodigio che è andato al Nord. E lui contro il Napoli non aveva mai disputato grandi gare.  Al punto che il suo caro amico in Nazionale, Lorenzo Insigne, era il giocatore che gli aveva fatto più gol di tutti. Ma proprio alla 100esima gara ufficiale nel Milan, dopo una prestazione attenta e orgogliosa della squadra, Gigio è tornato Miracolumma.

Nel giorno delle 100 presenze rossonere, Donnarumma dunque  le ha festeggiate tutte insieme con una parata illegale all’ultimo istante su Milik, che ha chiuso quasi del tutto il discorso scudetto. Grande parata, in fondo ad un pari giusto fra Milan e Napoli per quello che si è visto in campo. Buonissime le prestazioni di Musacchio e ZapataSarri è riuscito comunque a prendersela con Biglia e a recriminare per lo stato di forma dei suoi tre davanti, ma al Milan poco importa visto che l’obiettivo è quello di arrivare fra le prime sette, per rigiocare l’Europa League il prossimo anno.

Rino Gattuso la partita l’ha preparata proprio bene. Ecco perchè sono molte le buone ragioni per continuare da parte del Milan il percorso intrapreso nel girone di ritorno con Gattuso, anche per il futuro.
Il risultato di ieri con il Napoli permette di mantenere il sesto posto e riesce a dare alla truppa un’autostima tale da poter affrontare con fiducia i restanti non impossibili impegni di Campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *