Nella vigna del Grifone, spunta un Renzi, il giovane Renzi

di Matteo Angeli –

Il papà è stato e forse lo è ancora, al centro della scena politica nazionale. Lui intanto si diverte a stare al centro delle aree di rigore avversarie pronto a dare la zampata vincente. Ha il fiuto del gol Francesco Renzi, classe 2001, da qualche giorno in prova nel centro sportivo delle giovanili del Genoa.

Già convocato per la Nazionale Dilettanti Under 17 e capocannoniere nel girone C degli Allievi Regionali, il giovane Renzi si è messo in mostra a fine marzo al Torneo delle Regioni. Se resterà in rossoblù è ancora presto per dirlo, intanto il ragazzino si sta mettendo in luce sotto gli occhi del direttore sportivo della Primavera Carlo Taldo e del responsabile delle giovanili Michele Sbravati, l’uomo che negli ultimi anni ha scoperto i vari Sturaro, Mandragora, El Shaarawy, Pellegri, Cofie oltre un centinaio di ragazzi oggi tra i professionisti.

Crescere nel vivaio del Grifone è oggi sinonimo di qualità. Nell’ultimo decennio si è imposto a livello nazionale diventando sicuramente uno dei migliori in senso assoluto. Ecco perché il piccolo Renzi dovrà davvero dimostrare di essere all’altezza, perché il cognome quando sei in campo conta davvero poco.

“Per noi è Francesco, un ragazzo che gioca abbastanza bene la calcio – spiega il direttore generale del Genoa Giorgio Perinetti – lo stiamo guardando con attenzione. Francesco, come altri suoi coetanei, mi è stato segnalato da Matteo Petrachi, direttore sportivo dell’Affrico, squadra di Firenze nella quale gioca da attaccante negli allievi regionali. Segna e ha delle qualità, se sono sufficienti a garantirgli un posto nelle giovanili del Genoa lo valuteremo prossimamente”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *