E.League: Garcia contro Simeone – Sapore di Derby romano in OM-Atlético

di Davide Capano –

Le finali non si giocano, si vincono. È il tweet fissato in alto nelle menti di tanti calciatori. Che si tratti di Champions League, Supercoppa o Europa League. Tipo Marsiglia-Atlético Madrid di mercoledì sera al Parc OL di Lione, atto conclusivo della seconda competizione continentale col sapore di Derby romano. Rudi Garcia contro Diego Pablo Simeone, un ex romanista sviolinante contro un ex laziale con la “garra” facile. Entrambi hanno vissuto la Capitale con atteggiamenti, modi, ruoli e tempi diversi. Due personalità per cui la cultura marca sempre le frontiere del futuro nel giardino del business condiviso. Azionisti totali di controllo calcistico.

Il francese di Nemours (alla prima finale europea in carriera) sarà in panchina; l’argentino in tribuna per squalifica, comminata a seguito delle proteste nella semifinale contro l’Arsenal: 3 giornate di stop.

L’OM (unica squadra francese ad aver vinto la Champions) è alla quinta finale in Europa, la terza di Coppa Uefa/Europa League. Nelle due precedenti solo sconfitte con il Parma di Malesani nel 1999 e il Valencia di Benitez nel 2004. I “colchoneros”, prima della gestione del Cholo, avevano disputato 5 finali extra-territoriali. Sotto la fulgida guida del tecnico di Buenos Aires, 4 finali in 7 anni!

Per contendenti con storia ultracentenaria vincere sarebbe piacevole come bere un drink ghiacciato sulla spiaggia di Copacabana. Chi ascolterà l’Inno alla Gioia (la Nona sinfonia di Ludwig van Beethoven) nella terza città più grande della Francia? Garcia alla Prima o Simeone senior dagli spalti alla Quarta? Marsiglia-Atlético Madrid, il Derby è sempre dietro o sotto l’angolo. Chi metterà il trofeo al centro del villaggio? Lo scopriremo in un piovoso mercoledì di maggio lionese. Perché Lione vale bene una Coppa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *