Sono rimaste in Serie D, ma almeno si sono regalate il derby!

di Mattia Marinelli –

Le due squadre sicliane, sia quella nissena che quella catanese, sono arrivate a metà classifica. Ma soprattutto l’Acireale voleva chiudere la stagione del girone I di Serie D vincendo il derbyssimo con il Gela. La squadra nissena aveva infatti vinto il derby di coppa Italia nello scorso mese di Ottobre.

Ma l’Acireale è  rimasto a bocca asciutta: 2-2 sia all’andata che nel derby di maggio al ritorno fra il Gela e i granata.

Perchè è così importante questo derby?

Gela-Acireale non sarà mai una partita come le altre. E’ il vero derby per i biancazzurri, la sfida con i granata è la storia. Storia di una rivalità sportiva che affonda le radici negli anni Ottanta, ai tempi della Juventina degli Alabiso che contendeva la promozione in serie C2 all’Acireale di Aleppo. Di un campionato straordinario con i ragazzi terribili di Gela (i vari Di Dio, Docente, Zuppardo, Satorini, Runza, Cascino e via discorrendo) che seppero entusiasmare la folla con un gioco brioso e vincente. La lunga cavalcata dalla Seconda categoria alla C2 fu il top.

Ma anche in C2 e C1 sono sempre stati derby del tifo. Peccato che la trasferta sia stata vietata quest’anno per colpa di una banda di teppisti che ha assalito il furgone dei dirigenti del Gela agli imbarcaderi di Messina.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *