Icardi, Dortmund, Manchester: i derby più “derby” del 2017-18

di Giancarlo Fusco –

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di derby. Chi ama il calcio è ben consapevole del valore di questa partita. Nel senso stretto del significato giornalistico, con la parola derby si indica una partita di calcio giocata da due squadre della stessa città. Tuttavia il derby va ben oltre tale termine perché è un qualcosa che non si può descrivere. Un tripudio di emozioni che si insinuano nelle vene di ogni singolo tifoso. Una partita al di fuori del contesto che poco ha a che vedere con il resto delle partite in calendario. E poco, importa, se sei in Italia o all’estero. Il tifoso medio vive per il derby. La partita da vincere assolutamente. Meglio perdere 10 partite di fila piuttosto che il derby. Con una vittoria nella stracittadina, il tifoso incallito sarebbe capace di perdonare ogni sorta di malefatta della propria squadra del cuore.

La partita dell’anno, dicevamo. Sfida che non ha nulla a che vedere con lo stato di forma del momento perché il derby vive di emozioni e di situazioni. Ergo, può vincere anche chi è meno in forma o se la passa male in campionato. Non sono qui, tuttavia, a parlare di questo. Passiamo, per dirla “alla Fasson maniera” alle cose formali. Come ogni anno, diversi sono i derby europei giocati anche in questa stagione. Alcuni più spettacolari di altri così come ci sono stati quelli un pò più noiosi. Entrando nello specifico, non me ne voglia nessuno ma in quanto a spettacolarità, in Italia, il derby di Milano,Inter-Milanè stato senza ombra di dubbio il più spettacolare tra tutti quelli disputati in questa stagione. Un 3-2 per i nerazzurri con Mauro Icardi a mettere il sigillo finale su rigore molto dubbio assegnato a favore dei nerazzurri al minut0 93. Un derby che ha visto proprio il bomber argentino al centro dei titoloni da prima pagina grazie alla sua tripletta anche se Suso con una doppietta non è stato da meno. Al secondo posto, anche se la partita è stata a senso unico, nella mia personalissima classifica, metto Juventus-Torino del 23 settembre 2017 con un 4-0 a favore dei bianconeri. Un risultato largo propiziato, però, anche dall’espulsione più che‘generosa’ ai danni di Baselli, se teniamo conto che l’azione in questione era partita per una scorrettezza di Chiellini. Non siamo, però, qui a parlare delle cose giuste o meno. Il risultato è stato nettamente a favore della squadra di Allegri. Il derby di Roma, in questa stagione ha vissuto più una guerriglia fratricida tra le tifoserie che un vero e proprio spettacolo. In quel di Roma la stracittadina ogni anno che passa assume connotati sempre più marcati per i tifosi. Il campo, però, non ha offerto né all’andata né al ritorno uno spettacolo degno di nota con i giallorossi vittoriosi per 2-1 all’andata. Scialbo 0-0, invece, al ritorno.  Il derby della Lanterna, invece, non ha offerto né all’andata né al ritorno uno spettacolo degno di nota.

Uscendo dal nostro paese possiamo sfoggiare i nostri sorrisi più belli. I derby spettacolari da raccontare ai posteri li hanno regalati Bundesliga e Premier League. Partite quasi epiche, a dir poco strappalacrime. Degne, in pratica, delle sceneggiature da Oscar. Potrei elencare ogni sorta di apprezzamento per poter rendere al meglio l’idea dei derby in questione anche se non basterebbero per descriverli. Allora facciamo parlare i risultati. Il 25 novembre 2017 è una data da segnare per il mondo pallonaro. Giornata che in Bundesliga ha regalato un 4-4 tra Borussia Dortmund e Schalke 04. Derby non solo spettacolare per il risultato ma proprio per come è maturato. I gialloneri dopo appena 25 minuti di gioco erano in vantaggio per 4-0. Nel voler essere pignoli le reti sono state siglate tra il minuto 12 e il minuto 25. Derby chiuso e messo in cassaforte? Niente affatto. Lo Schalke al 61esimo ha iniziato a mettere la freccia siglando la rete della bandiera, almeno questa si pensava fosse stata la realizzazione di Burgstaller. Invece, al minuto 65 è arrivata la seconda rete siglata Harit mentre all’86esimo il gol del 4-3 firmato Caligiuri. Tutto avrebbe potuto lasciar pensare ad una partita chiusa anche per la mancanza di tempo. La migliore delle favole si è però concretizzata con il gol del pareggio firmato a partita scaduta (94esimo) da Ronaldo Aparecido Rodrigues. Un 4-4 da urlo, impossibile da replicare.

Chiudiamo il capitolo derby spettacolari con la regina di tutte le partite. Direttamente dalla Premier League si narra di un derby di Manchester non adatto ai deboli di cuore. Il 7 aprile 2018 scendono in campo Manchester City e Manchester Utd. Una partita spettacolare in mezzo al campo non solo per il risultato finale. La classe dei 22 uomini scesi in campo ha fatto da protagonista in un derby da vedere e rivedere anche a bocce ferme. E pensare che nel primo tempo gli uomini di Guardiola erano stati perfetti mettendo in tasca un 2-0 impossibile da riagguantare … dicevano. Nella ripresa i Red Devils sono entrati carichi più che mai con Mourinho abile a caricare la batteria dei suoi ragazzi. Mattatore della giornata, quel giocatore che in quel di Manchester ha un pò deluso le aspettative, Paul Pogba. Il francese è stato autore di una doppietta messa a segno in due minuti, tra il 53esimo e il 55esimo minuto. 2-2 che ha tenuto fino al minuto 69 quando Smalling ha regalato la vittoria in rimonta al suo Manchester Utd. La più spettacolare delle rimonte.

Aah I derby, ‘creatura’ impossibile da controllare ma dalle emozioni inequivocabili. Non ci resta altro da fare se non aspettare la prossima stagione con la speranza di vivere nuove esilaranti stracittadine e chissà che anche l’Italia riesca ad essere teatro di battaglie epiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *