Nainggolan e non solo: è tempo di ritiri e di speranze

di Serena Calandra –

Manca poco più di un mese all’inizio della nuova stagione. Nuovi protagonisti e sfide intense si preannunciano già in questo pre campionato. Tutto si muove in questa fase di assestamento. Tra le società c’è chi ha già sferrato i propri colpi di mercato: movimentata infatti l’estate dei bianconeri della Juventus che oltre all’acquisto di alcune pedine fondamentali, come quella di Perin, costato alle casse della società dodici milioni di euro più bonus, e di Joao Cancelo, grande protagonista della passata stagione in neroazzurro, adesso punta il colpo decisivo tentando la zampata su Cristiano Ronaldo. La trattativa da 100/120 milioni di euro è ancora in fase di valutazione ma già dalle prossime ore i risvolti saranno assicurati; meno bollente ma allo stesso modo entusiasmante è l’atmosfera che aleggia intorno al Napoli, per la squadra di De Laurentis si riparte dal neo tecnico Ancelotti. Già pronto a visionare i neo azzurri, tra i quali Verdi, Inglese e Ciciretti, il mister si prepara ad una nuova era che partirà ufficialmente dalle prime amichevoli fissate per il 14 luglio; sulla scia dei napoletani anche i giallorossi di De Francesco, il tecnico della Roma, autore di una stagione di livello, ha confermato la propria permanenza prolungando il contratto sino al 2020. Novità condivisa dai tifosi di Trigoria che adesso possono concentrarsi sui nuovi arrivati Cristante, Tummiello, Santon, Zaniolo, Mirante e Pastore accodatesi ai propri compagni di squadra ripartiti ufficialmente il 09 luglio ; protagonista di questo mercato anche il Genoa di Preziosi che oltre alle cessione della rivelazione Mattia Perin, ormai in bianconero, affonda il colpo per il suo sostituto, Federico Marchetti, pronto a ripartire con un contratto biennale nonostante la stagione sottotono vissuta alle dipendenze di Lotito.

Insieme al neo rossablù alla ricerca di riscatto anche Criscito (a parametro zero) e Sandro in arrivo dall’Antalyasport  per la cifra di 2 milioni di euro; si prepara ad essere un campionato diverso anche quello dell’Inter che, dopo l’obiettivo Champions, punta a ripartire nei migliori dei modi. Cosi nonostante la perdita di pedine importanti come quella di Cancelo, ormai giocatore della Juventus, lancia i primi segnali attraverso l’acquisto di  Radja Nainggolan, costato circa 23 milioni di euro, Lautaro Martinez, dal Racing per la cifra di 25 milioni con clausola rescissoria di 111 milioni, De Vrij, a parametro zero dalla Lazio, così come Asamoah protagonista juventino convertitosi neroazzurro sino al 2021; ed infine tra le tante indiscusse protagoniste non poteva mancare certamente il Milan. Il diavolo rossonero colpito dalle difficoltà del fair play finanziario vuole assolutamente riscattarsi e nonostante il mare contro si prepara ad essere la squadra Outsider di questa stagione. Le difficoltà ed i malumori non dovranno intaccare Gattuso e company che già dalla giornata di ieri hanno iniziato il proprio ritiro a Milanello. Il Milan punta ad esserci nonostante tutto e tutti, motivo per cui le proprie debolezze si preparano a trasformarsi in arma carica di orgoglio e rivincita. A debuttare insieme a lui infatti saranno senza dubbio i nuovi volti Reina, Strinic (entrambi a parametro zero) ed Halilovic. I tre neoacquisti  di certo non basteranno a vincere la causa rossonera ma sposarla è già un inizio. Tutto può cambiare in breve tempo ed a questo penseranno amministratori delegati, direttori sportivi, collaboratori tecnici che volenti o nolenti  dovranno trattare argomenti delicati ma appartenenti alle chiare logiche del calcio.

E se da un lato vi sta il calcio organizzato, tra acquisti, cessioni, visite e contratti dall’altro c’è quello giocato, quello che vede i protagonisti del campo impegnati nella preparazione fisica e tattica, pronta a svolgersi per alcuni di loro in sfondi caratteristici di luoghi superlativi. La partenza del ritiro sarà diversa e lontano da casa per Napoli, Torino, Udinese, Bologna, Sampdoria, Lazio, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Chievo, Spal, Empoli, Parma, e Frosinone. Mentre scelte opposte ma cariche di motivazioni per il Milan, pronto a ripartire da Milanello, Inter, già attivo ad Appiano, Juventus, presente nel nuovo sfondo bianconero della Continassa, Roma, in ritiro nel proprio Centro Sportivo a Trigoria, ed Empoli al Castellani.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *