A Padova per il derby, tifoso torna a Venezia con il daspo

di Redazione DDD –

Dopo il “botto”, adesso arriva il daspo per un tifoso veneziano, riconosciuto come colpevole di aver lanciato in campo un grosso petardo durante il derby tra il Padova e i lagunari, disputato sabato 1′ settembre.

Il riconoscimento è stato effettuato dalla questura di Padova grazie alla collaborazione con la Digos di Padova e di Venezia: il 25enne di Mestre, che lavora in una cooperativa e che non ha precedenti in materia di reati legati a manifestazioni sportive, si è reso colpevole del lancio verso il campo petardo, esploso nelle vicinanze di un vigile del fuoco che in ogni caso non è rimasto ferito dallo scoppio.

Il tifoso veneziano riconosciuto dagli agenti in servizio allo stadio, per via di una bandana rossa poi trovata nella sua abitazione durante la perquisizione. Ora spetterà al questore di Padova, Paolo Fassari, decidere l’entità del divieto di accesso alle manifestazioni sportive: il Daspo, che verrà assegnato per detenzione di materie esplodenti (art. 435 codice penale) e potrà avere una durata fino a 5 anni.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *