Ibra-Matrix, il nuovo incrocio: uno sogna e l’altro celebra

di Mattia Marinelli –

Il campionato statunitense sta sempre più stretto a  Zlatan Ibrahimovic. A quanto pare il grande Svedese sta pensando davvero di lasciare gli States già nel corso del prossimo inverno. Le tentazioni non mancano: Malmoe e Al Ittihad ma non lo elettrizzano come invece fa il pensiero di tornare al Milan. I rossoneri sanno che lo stipendio percepito negli USA (4 milioni netti all’anno) non è così distante dalla possibile proposta da presentargli entro gennaio e per questo lasciano la porta più che aperta. Molto dipenderà dalle sanzioni in arrivo dall’UEFA per il Fair Play finanziario. Potrebbe esserci un contratto di sei mesi, con opzione di un ulteriore anno.

L’ultima volta che il Milan ha vinto un derby da calendario in casa dell’Inter, risale proprio all’epoca di Ibra: 14 novembre 2010, Inter-Milan 0-1, fallo da rigore di Materazzi sullo svedese e gol dal dischetto di Zlatan.

A proposito di Materazzi, l’ex centrale nerazzurro ha festeggiato proprio ad alcuni giorni dal prossimo derby il Triplete con Zanetti e Maicon, con Julio Cesar e Milito. Al Festival dello Sport di Trento è andato in scena un evento dedicato proprio a quella squadra. Tanti i nerazzurri presenti sul palco. Ecco le dichiarazioni di Marco Materazzi: “Gattuso? Per me è come un fratello. Purtroppo è cresciuto sotto altri colori. Gli voglio bene, ma spero di batterlo comunque sempre, anche da tifoso. Mou? Ogni cosa che faceva ci caricava. Arrivò all’Inter preparatissimo”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *