Nell’era del training derby! La vigilia è già grande sfida

di Marco Varini –

Derby Training: quando la stracittadina inizia fin dall’allenamento.  Il derby porta emozione e voglia di primeggiare sui rivali cittadini, lo sappiamo bene, oltre a stadi gremiti e carichi di passione. Ma la passione di un derby non inizia al fischio d’inizio dell’arbitro, comincia ben prima. Ecco dunque il diffondersi della  carica pre-derby da parte di alcune tifoserie, che assaltano – è proprio il caso di dirlo – il campo di allenamento dei propri beniamini. E’ successo ad esempio in Argentina, prima della finale di ritorno di Copa Libertadores fra River e Boca, match poi rinviato per i noti fatti accaduti fuori dal Monumental. Il giovedì precedente il Boca Juniors decide di effettuare l’allenamento alla Bombonera, a porte aperte, e allo stadio si presentano in 50.000: stadio tutto esaurito per la seduta di allenamento.  E l’iniziativa ha dato il là ad altri.

Stessa cosa pochi giorni dopo, per il derby della Lanterna fra Samp e Genoa. Alla vigilia della stracittadina infatti i tifosi del Genoa hanno accolto la squadra con cori, canti e fumogeni. La squadra ha risposto salutando i tifosi e saltando con loro. Nell’occasione c’è stato anche un breve colloquio tra giocatori e supporter, che hanno chiesto di onorare la maglia. Stessa “carica” per i tifosi della Samp, i cui club si sono dati appuntamento all’albergo in cui era in ritiro la squadra. Caso vuole che il derby terminerà 1-1, segno del totale equilibrio anche sul campo, fra due squadre molto motivate. E riuscendo dai confini nazionali ritroviamo la stessa carica, precisamente in Turchia, dove circa 40.000 tifosi del Galatasaray hanno caricato i propri tifosi prima del derby di domenica contro il Besiktas.

Un match amaro per giallorossi di Istanbul, il derby si è concluso infatti col successo per 1-0 a favore delle aquile nere, nonostante la spinta dei propri tifosi. L’appuntamento col derby di ritorno è fissato per il prossimo 5 maggio, match che il Galatasaray giocherà davanti al proprio pubblico, se possibile con ancora più motivazioni. Genova, Buenos Aires, Istanbul: luoghi diverse con storie diverse, ma unite dalla forte passione che contraddistingue le sfide stracittadine. Partite che tolgono il fiato, che si giocano dentro e fuori dal campo, in cui i tifosi svolgono un ruolo fondamentale. Ruolo che inizia ormai fin dagli allenamenti, siamo dunque nell’era del training derby.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *