Dall’indagato fra gli indagati all’indagato e basta: ci strumentalizzate

di Redazione DDD –

Matteo Salvini lascia “solo” Luca Lucci. E il tifoso rossonero dal canto suo allontana le strumentalizzazioni dei media dalla Curva Sud milanista.

Il primo a tornare sulla vicenda di domenica scorsa all’Arena di Milano è stato Matteo Salvini, ministro dell’Interno: “Se lo avessi saputo, avrei evitato“. Superata quindi, dopo il battage mediatico e la presa di distanza da parte di alcuni colleghi di Governo, la posizione dell’indagato fra gli indagati.

Poi è toccato a lui, l’altro uomo della foto, Luca Lucci, il capo ultrà rossonero che domenica è stato cliccato insieme al leader della Lega durante la festa per i cinquanta anni di tifo rossonero: “La Curva Sud Milano non ha alcun legame con la politica italiana e non sostiene né appoggia alcuna ideologia o partito politico. Io personalmente non ho, né ho mai avuto, alcun rapporto personale con Salvini. La fotografia ritrae l’unico momento di contatto durato pochissimi secondi in una giornata in cui il ministro si è intrattenuto con numerosissimi tifosi ma non con me. Chiunque era presente si è reso conto di come chi ha immortalato questo brevissimo contatto abbia studiato a tavolino e atteso il momento per far emergere l’unico istante della giornata utile per un attacco politico”.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *