Prima il derby del Cappelletto, poi quello della palla ovale

di DDD –

Domenica 13 gennaio i parmigiani festeggiano il patrono della città, Sant’Ilario. In quello stesso giorno si svolgerà il Derby di Parma di rugby tra le squadre seniores dei due club cittadini.

A fare gli onori di casa sarà la Rugby Parma che alle ore 14,30 ospiterà sul campo Giuseppe Banchini i cugini dell’Amatori Parma Rugby. Il derby di ritorno si svolgerà alla Cittadella del Rugby domenica 5 maggio.

Per l’occasione, l’artista ed ex rugbista Stefano Fedolfi ha realizzato il trofeo – un bellissimo piatto dipinto a mano – che verrà assegnato a partire proprio da questa edizione alla squadra vincitrice dell’incontro che avrà l’onore di custodirlo fino al derby successivo in cui verrà nuovamente messo in palio.

Tra le due società è derby, ma c’è anche un accordo di collaborazione relativo alle squadre giovanili, vedi la partnership relativa agli Undr 16.

In ogni caso verranno rispolverate vecchie tradizioni come il Derby del Cappelletto in cui si sfideranno a suon di anolini un campione per ogni club, ma anche nuove iniziative come l’Aperitivo dei Capitani alla presenza dei capitani e vice capitani delle due squadre seniores e dei presidenti delle due società sportive.

“Il derby di Parma dimostra che il rugby nella nostra città è vivo ed in ottima salute – queste le parole di Bernardo Borri, presidente della Rugby Parma – Infatti a Parma, oltre ad avere le Zebre, squadra professionistica internazionale, le due società cittadine permettono a tantissime persone di ogni età di praticare a livello amatoriale il nostro sport. L’organizzazione congiunta tra Rugby Parma ed Amatori rientra a pieno titolo nel processo di collaborazione in atto tra le due società per il bene del rugby nella nostra città. Invito pertanto tutti gli appassionati a partecipare numerosi alla festa del prossimo 13 gennaio per confermare il forte legame da sempre esistente tra il rugby e la città di Parma”.

“Amatori e Rugby Parma rappresentano da decenni il rugby parmigiano a livello nazionale sia seniores che juniores – ha prosegito Daniele Ragone, presidente dell’Amatori Parma Rugby – Negli anni le due società hanno fornito tanti giocatori alle rappresentative nazionali e hanno consentito a tanti appassionati di avvicinarsi a questo sport. Il derby ha rappresentato nel primo decennio degli anni 2000 una delle partite di più alto livello nel panorama rugbistico nazionale. Oggi le due società insieme vogliono riportare nella nostra città l’entusiasmo di una sfida che per anni ha rappresentato una gara scudetto. La collaborazione in essere tra le due società sta portando grandi risultati sul piano sportivo a livello di under 16, mi auguro che gli stessi risultati li ottenga l’organizzazione congiunta dei due derby”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *