Esclusiva DDD, Ivan Pelizzoli: anche nel 2019 il derby al centro di Roma

di Simone Ducci –

“Vincere un derby è sempre incredibile”. Parola di Ivan Pelizzoli, che ha difeso per diversi anni la porta della Roma. Con l’estremo difensore abbiamo parlato dei suoi ricordi sul derby della Capitale, analizzando stati d’animo di calciatori e tifosi coinvolti.

Lei ha difeso la porta in diverse occasioni contro la Lazio. Quanta tensione c’è?
“La tensione ce l’hai da 10 giorni prima della partita. Quando poi vai in campo l’emozione cala un po’ perché pensi a fare del tuo meglio e di vincere. Vincere un derby è sempre incredibile”.

C’è un ricordo del derby capitolino che la lega ai suoi ex compagni di squadra romani come Totti e De Rossi?
“Sì, mi ricordo la carica che ci trasmettevano durante la settimana precedente alla partita. Daniele era molto giovane quando c’ero io ma per loro si vedeva che era un match diverso dagli altri. Per loro il derby era davvero una partita speciale. Anche in allenamento ti caricavano. Sono state belle emozioni, è stato bello”.

Vincere un derby a Roma può cambiare i destini delle due squadre coinvolte?
“Sicuramente. Soprattutto all’interno dello spogliatoio. Se la stagione non sta andando bene, il derby vinto può farti scattare qualcosa in testa e permetterti di affrontare il prosieguo di annata con tutto un altro spirito. Se invece lo si perde si può accusare facilmente un contraccolpo psicologico”.

I tifosi come si comportano l’indomani di un derby?
“Se vinci puoi stare bene per le 2-3 settimane successive, se perdi il discorso ovviamente si capovolge. Questo è il bello delle città in cui si vive di calcio”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *