Sfide da ex e scontri tra amici: gli incroci del derby Salernitana-Benevento

di Emanuele Landi –

In Campania ci sono derby focosi ed altri meno. La sfida tra Salernitana e Benevento, infatti, sarà una battaglia sul campo ma le tifoserie, invece, non dovrebbero eccedere, visti i rapporti di rispetto reciproco tra supporter granata e giallorossispesso accomunati da iniziative benefiche e da impegno per il sociale. Allora parola al campo: venerdì sera all’Arechi arriva il Benevento avanti 5 lunghezze (33 vs 28) dalla Salernitana. Giallorossi quinti dopo il successo casalingo per 3-0 sul Venezia, granata decimi a 2 punti dalla zona playoff: due punti sciupati nella gara a reti bianche di Padova, fanalino di coda del campionato cadetto.

Ma quanti derby ci saranno nello stesso confronto campano? L’esordio di Calaiò con la maglia granata contro il suo compagno d’attacco del Napoli 2006-07, ossia Cristian Bucchi tecnico dei giallorossi. Sarà anche l’occasione per il ritorno a Salerno di due ex granata ora protagonisti tra le fila delle streghe: Massimo Coda e Riccardo Improta. Poteva essere, infine, anche il derby di Ceravolo, ex Benevento pronto a tornare alla corte dei sanniti e rifiutando tra le altre anche la Salernitana, scegliendo alla fine di restare a Parma, squadra da dove è approdato Calaiò.

Arriva l’arciere, attaccante di grande esperienza, pronto a ridare fiducia ad una tifoseria ormai da tempo abituata a campionati da metà classifica. L’attaccante siciliano classe 1982, ha firmato con la Salernitana un contratto con scadenza giugno 2020 ed è pronto a mettersi a disposizione di Gregucci, per esordire contro un amico.Calaiò e Bucchi, infatti, furono “colleghi” di reparto a Napoli, nella stagione 2006-2007, stagione della promozione dei partenopei in Serie A.

“Fisicamente sto bene ma non giocando da cinque mesi mi manca la partita – si è presentato così in conferenza stampa Emanuele Calaiò –Ora vedremo insieme al mister se sono arruolabile per venerdi. Credo ci vorranno un paio di settimane per riprendere il ritmo gara. A me piacciono le sfide avevo altre richieste ma Salerno è una piazza calda che ti stimola. Ho consigliato a Ceravolo e Dezi di cercare una squadra dove giocare che poteva essere la Salernitana o altro. Loro hanno scelto di rimanere in panchina in A, a me non piace cosi”. Mentre mister Bucchi ha suonato la carica: “Andremo all’Arechi per fare bottino pieno”.

Non sarà una notte speciale solo per i due ex Napoli ma anche per chi la maglia della Salernitana l’ha già indossata tra alti e bassi. Coda e Improta, infatti, tornano all’Arechi in questa stagione dove stanno trascinando la compagine sannita comedimostra il successo sui lagunari di settimana scorsa, targato proprio da Coda, in gol, su rigore e da un “ex Napoli”, Roberto Insigne.All’andata il derby finì 4-0 al Vigorito con grandi protagonisti campani (Maggio ex Napoli, Insigne, Improta ex Salernitana, e Asencio ex Avellino).

Tanta Campania, quindi, in questo derby di Serie B che poteva vedere un altro protagonista in panchina all’andata ed ora svincolato. Il napoletano Antonio Nocerino, infatti, il 19 dicembre ha rescisso consensualmente il contratto con il Benevento, dopo sole 6 gare in campionato e 3 in Coppa Italia, per via di un feeling mai decollato con la piazza. Roberto Insigne, fratello di Lorenzo, ci sarà ed anche lui ha dichiarato: “Sarà una sfida bellissima e fondamentale per la classifica di entrambe. Faremo di tutto per portare a casa un risultato positivo”.

Derby, quindi, crocevia possibile della stagione per entrambe. Finora Salernitana (7 V, 7 P, 7 S) e Benevento (9 V, 6 P, 5 S) hanno mantenuto le zone medio-alte della classifica ma questa sfida potrebbe essere un trampolino decisivo in zona play-off. Venduti quasi mille biglietti in poche ore tra i tifosi giallorossi, ma c’è voglia anche tra i supporter della Salernitana che non vogliono assolutamente mancare a questo derby, il primo di Calaiò pronto all’esordio in maglia granata a scacciare le streghe col suo arco. Il Benevento vuole lottare per la promozione ma cosa vuole fare la Salernitana di questa sua stagione? Ancora Serie B l’anno prossimo o con Calaiò, a partire dal derby, si può provare a sognare?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *