Bologna-Genoa, Derby paraguaiano tra Santander e Sanabria

di Davide Capano –

I sogni sono ambizioni. Non merce. Il concetto è amato dai paraguaiani Federico Santander e Antonio Sanabria, numeri nove di Bologna e Genoa. Domenica alle 12.30 (esclusiva su DAZN, arbitro il Sig. Rocchi) è Derby al Dall’Ara tra connazionali. Sì, perché entrambi sono nati a San Lorenzo del Campo Grande, “città universitaria” a 10 km dalla capitale del paese Asunción, e indossano colori di maglia uguali nei rispettivi club.

Entrambi vengono da un turno di campionato favorevole e proficuo. El Ropero, ossia “L’Armadio”, ha regalato un successo esterno ai felsinei che mancava dal dicembre 2017. “Tonny” (soprannome nato in famiglia, quando era bambino), invece, ha timbrato il cartellino per la seconda volta in due partite col Grifone, ponendo le basi per provare a far dimenticare il famelico rompighiaccio Piątek.

Nota statistica sul lunch-match: il Genoa ha la peggior difesa nei primi tempi in questo campionato (22 gol subìti), mentre il Bologna è la squadra che in percentuale ha segnato di più nei primi 45 minuti (10 centri su 17).

Mihajlović spera che i tifosi canteranno “Che ce frega di Ronaldo noi c’abbiamo Santander”; Prandelli, invece, confida nell’esultanza di Sanabria con le mani che disegnano una M, come Maria, il nome della fidanzata alla quale Antonio dedica tutti i gol.

Compagni nell’Albirroja (quarantanove anni in due) saranno avversari per un giorno. Magari dopo andranno a mangiare dell’asado insieme o si berranno un po’ di tereré sotto le Due Torri…

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *