Karamoh si scusa: ma non accetta le falsità

di DDD –

Sospeso dal Bordeaux, il giovane interista Yoann Karamoh ha preso quello che una volta erano carta, penna e calamaio, per scusarsi e per rendere nota la sua versione dei fatti.

Ecco, via smartphone e Instagram, come usa oggi con i giovani di oggi, il testo di Karamoh tradotto dal francese all’italiano:

“Scrivo questo messaggio a tutti per chiedere scusa del mio comportamento, ma anche per la disinformazione in merito alla situazione portata avanti da parte di diverse persone al di fuori dei conflitti, che aggiungono tensioni che non hanno più ragione di esistere. Mi scuso sinceramente con le persone che ho potuto ferire o offendere con le mie parole o il mio atteggiamento. Mi odio per aver lasciato che le mie parole superassero i miei pensieri. Mi dispiace che la mia sincerità e la mia onestà, in tutte le circostanze,siano state interpretate come un segnale di provocazione o addirittura arroganza.
Mi dispiace anche che il mio comportamento sia stato manipolato dai media per meglio stigmatizzarmi. Il mio ritorno a Parigi dopo essere stato emarginato contro il Marsiglia non era destinato a essere una provocazione. Avevo bisogno di passare il tempo con le persone vicine e liberarmi la mente. Sono onesto verso il lavoro che pratico e verso quindi la maglia che indosso, non mi sarei preoccupato di saltare un allenamento se ce ne fosse stato uno. Lo trovo terribile perché non è questa la verità. Tuttavia auguro buona fortuna per le prossime partite ai miei compagni. Spero sinceramente che alcune persone smettano di ripetere ciecamente ciò che vedono e sentono”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *