La mano tesa di Pep, la vena chiusa di Sarri: Pipita, è lui il tuo profeta?

di Franco Ordine –

Qua la mano Pep.

E’ il caso di stringere la mano a Pep Guardiola, maestro inimitabile del calcio moderno, che ha ricevuto molte imitazioni senza risultarne contagiato perchè l’originale è sempre meglio delle copie. Alcune poi sono contraffatte. Per essere degni della congrega di Guardiola e Arrigo Sacchi,oltre alla fede nel calcio offensivo, bisogna anche essere dotati di altre virtù, come ad esempio riconoscere il valore e il talento del proprio rivale. Specie quando questo luccica in modo smagliante con un rotondo 6 a 0 destinato a finire sull’almanacco del calcio continentale come avvenne per l’Inter di Tardelli.

Maurizio Sarri si trascina dietro un temperamento provinciale fatto di rancori sordi e di incazzature tradite anche ai tempi del Napoli che non si conciliano col suo calcio geometrico e sorprendente. Può capitare a chiunque di prendere una sbornia. Non deve capitare di perdere la tramontana e mancare di rispetto al fair play e all’educazione evitando di stringere la mano al proprio rivale.

Qua la mano Pep.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *