Fabregas, Paquetà, Pulisic: ma Gennaio non è ancora finito!

di Enrico Vitolo –

L’addio di Fabregas, l’arrivo di Paquetá, il clamoroso investimento fatto per Pulisic. Può bastare? Che nessuno, quindi, dica che a gennaio non esistono i tormentoni di calciomercato è che una squadra non può essere rinforzata concretamente. Ovviamente i primi trenta giorni del nuovo anno non potranno mai essere paragonati ai quasi tre mesi estivi dove realmente tutto può accadere, ma la sessione invernale rappresenta comunque una tappa importante durante la quale è possibile poter stravolgere il futuro della propria stagione. In qualsiasi campionato, per qualsiasi club. Ma la conferma non è arrivata certo con l’inizio del 2019, ormai sono anni che la tradizione va avanti. Negli ultimi tempi, infatti, sono stati ufficializzati uno dietro l’altro un bel po’ di acquisti niente male. Specie in Premier League. Il più importante dal punto di vista economico resta quello di Coutinho (90 milioni) che nello scorso inverno lasciò Liverpool per approdare al Barcellona.

Ma gennaio ha raccontato molto altro ancora. Tanto altro. Lo sa bene il Manchester United che nel 2014 acquistò Mata per 38 milioni dal Chelsea, mentre un anno fa perfezionò l’arrivo di Sanchez dall’Arsenal per 70 milioni (direzione opposta per Mkhitaryan). Proprio i gunners durante l’inizio dello scorso anno nuovo hanno invece piazzato il colpo Aubameyang per 65 milioni, un po’ come fece il Chelsea nel 2011 prendendo Fernando Torres per 50 milioni dal Liverpool. Alla ricca lista, ricca davvero in tutti i sensi, bisogna poi aggiungere anche Carrasco (40 milioni per il trasferimento dall’A. Madrid al DL Yifang) e Oscar (35 milioni versati dal SIPG al Chelsea). Tanti, tantissimi colpi di mercato e una tradizione che ormai va avanti da tempo, ma il 2019 è pronto davvero a mettere tutto il passato in secondo piano. Perché? Bastano i nomi di Higuain, Morata, Isco e Allan per darsi una risposta.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *