L’Inter è già al derby, il Milan no: scopri le differenze

di Mattia Marinelli –

Icardi da reintegrare in rosa per il derby contro il Milan del 17 marzo. Nainggolan che spera di recuperare da infortunio per il derby.  I siti interisti che polemizzano con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, “reo” di aver difeso la Roma dopo Oporto. Perchè, sostengono ambienti nerazzurri, non ha parlato dopo Fiorentina-Inter?

Insomma Inter tutta già sul derby, ancor prima dell’Europa League e della Spal. Il Milan invece rimane sotto traccia, pensando solo al Chievo, al turnover e alla sostituzione a Verona dello squalificato Ricardo Rodriguez.

Quale atteggiamento pagherà di più il 17 marzo a San Siro?

L’opinione del giornalista Franco Ordine, espressa a RMC Sport: “Il Milan non deve pensare già all’Inter, ti porta a consumare energie inutili. In casa nerazzurra si sta ormai parlando di tutto in funzione del derby, al Milan non deve succedere. Sabato a Verona ci sarà da soffrire molto”.

Più o meno dello stesso parere la gloria rossonera degli anni Settanta, Tato Sabadini:  “Bisogna guardare una partita alla volta, si rischia di arrivare scarichi al derby. I giocatori devono essere concentrati solo su una partita”.

Le dichiarazioni di Giovanni Malagò, presidente del Coni, sul presunto rigore per la Roma che l’arbitro turco Cakir non ha visionato alla Var durante il match di ieri contro il Porto, sono state“Non sono io che devo dare giudizi o sentenze, ma mi sento di dire che oggettivamente e in maniera inequivocabile la Var è fantastica per mettere in condizione gli arbitri di risolvere i problemi, ma se uno non va a guardare onestamente non va bene e l’errore di ieri è molto grave. In questo caso la Roma e il nostro calcio sono rimasti penalizzati”.

Se l’Inter farà pretattica su Nainggolan e Icardi o su uno dei due, si vedrà. Dovesse giocare Politano falso nueve, nell’ultima partita di campionato, il Milan ha dimostrato di soffrire tantissimo le punte di movimento che difficilmente danno dei punti di riferimento, preferendo svariare continuamente sul fronte offensivo rossonero tenendolo in costante apprensione. Djuricic è stato infatti uno dei pochi giocatori offensivi ad impensierire la retroguardia rossonera in questo 2019, con la sua tecnica e la sua rapidità. Caratteristiche che contraddistinguono un altro potenziale avversario nel derby quale Lautaro Martinez.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *