Esclusiva DDD – Moriero che derby con Ronaldo e Weah in campo

di Domenico La Marca –

Tra Roma e Inter, uno che ha deliziato le platee con i suoi dribbling e giocate acrobatiche che ancora oggi sono indelebili, Francesco Moriero è stato un protagonista in campo dell’epoca d’oro del nostro calcio indossando tra le tante, le maglie di Lecce, Nella memoria dei tanti appassionati di calcio. Nella sua carriera di allenatore ha cercato di imporre nelle piazze in cui si è confrontato il suo credo calcistico, basato su un gioco propositivo e collettivo, facendo crescere tanti giovani di prospettiva, come dimostra anche la sua ultima esperienza alla Sambenedettese. Ecco le sue parole in esclusiva a Derbyderbyderby in merito alla prossima sfida di campionato che vedrà il Milan affrontare l’Inter, sua ex squadra:

Milan-Inter – “Il derby è una storia a sè. ma a prescindere di ciò, il Milan si è ripreso alla grande, facendo molto bene nell’ultimo periodo, mentre l’Inter è riuscita a ristabilirsi, trovando un’encomiabile forza nel gruppo. Chi vince. inoltre, allunga in classifica per l’Europa che conta.”

Confronto tra tecnici – “Gattuso ha intrapreso un percorso complesso, ma è uscito fuori in maniera importante, anche con gli arrivi del mercato di gennaio. Spalletti è un allenatore di esperienza che ha dimostrato attaccamento alla maglia, portando comunque a casa risultati importanti.”

Piatek – “E’ un giocatore forte, che mi piace, è davvero abile in area di rigore.”

Lautaro Martinez – “E’ un grande talento, che si sta adattando nel ruolo di prima punta, visto che lo reputo un calciatore che può variare su tutto il fronte offensivo.”

Campioni – “Ho giocato tanti derby avvincenti, parliamo di compagini ricche di campioni, basti pensare che l’Inter poteva contare su Ronaldo e Simeone tra i tanti. Inoltre c’era Bergomi che ci faceva vivere quelle partite in maniera ancora più intensa, tenendo altissima la concentrazione.”

I suoi derby – “Non potrò mai dimenticare la rete siglata in un derby che si concluse con uno spettacolare 2-2, e soprattutto il 3-0 inferto al Milan, dove realizzai un grande assist che Ronaldo riuscì a trasformare in una rete spettacolare, a dimostrazione della sinergia che c’era tra di noi.”

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *