Derby di San Siro, un noir per Curve forti

di Davide Capano –

L’Amore attraversa lo Spazio, i Derby sconquassano i Cuori. Pure nella notte di San Patrizio a San Siro. Ironie del calendario. Milan-Inter al 17 marzo è la birra italiana domenicale più buona da gustare per i calciofili del globo. Sì, perché il Derby della Madonnina è come un fuoco che arde latente sotto la brace. Una gara capace di riaccendere motivazioni ogni secondo e prendere pieghe spesso inspiegabili.

Gattuso e Spalletti sanno che i loro ragazzi disputeranno un match con occhi da tigre e denti da leone. In partite di questo rango si quintuplicano adrenalina, pressioni, speranze e tensioni.

Se il Diavolo fosse un aliante, vincendo coi dirimpettai cittadini, avrebbe trovato la corrente ascensionale perfetta verso la Champions League. Sull’altro lato del Naviglio, per chi veste la maglia della Beneamata, ci sono sempre cose che non viaggiano come vorresti, ma la bravura sta nel saper gestire le insidie. Siano esse eliminazioni europee per mano di squadre il cui nome in italiano significa Armonia, infortuni o stucchevoli querelle su centravanti argentini.

A proposito di querelle, in un primo momento il Gruppo Operativo Speciale aveva vietato la coreografia della curva nerazzurra, dedicata a Daniele Belardinelli, il Dede morto negli scontri di fine anno prima di Inter-Napoli. Dopo un durissimo comunicato della Curva nord interista, il colpo di scena. Contrordine:  la coreografia è autorizzata. Se agli interisti fosse stata negata definitivamente, probabilmente anche la curva del Milan avrebbe rinunciato alla propria coreografia, con un gesto che fecero gli stessi ultrà nerazzurri in un derby di alcune stagioni fa.

La creatività, d’altronde, non fa a pugni con la disciplina nella corsa verso la qualificazione all’Europa con la musichetta più ricercata. A Milano la stracittadina è la partita in cui si dà lustro agli sfottò più belli che esistano. Un piccolo noir dove personaggi e situazioni si incastrano perfettamente gli uni con le altre. Sempre sia lodato il Derby di Milano! Amen.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *