Gundogan, Godin, Conte: i 3 fronti aperti di Beppe Marotta

di DDD –

Beppe Marotta ha preso la parola proprio nel lunedì in cui salgono di tono le indiscrezioni sull’Inter che nelle scorse ore avrebbe preparato la cifra da mettere sul tavolo del City per arrivare a Gundogan: 30 milioni di euro, con l’aggiunta chge nelle prossime ore potrebbero arrivare novità piuttosto importanti in questo senso.

Del resto, qualche virgolettato di calciomercato lo ha “regalato” lo stesso ad nerazzurro: “La volontà della nostra società è quella di migliorarci, anno dopo anno. Vogliamo riorganizzare l’organico partendo da calciatori che abbiano una mentalità vincente. In quest’ottica stiamo trattando intensamente con Godin dell’Atletico Madrid. Ripeto: la famiglia Zhang ha tutte le intenzioni di far bene e tutto ciò nonostante i paletti del fair-play finanziario. Futuro Icardi? Nel calcio non si fanno percentuali. Il ragazzo sta facendo esperienza, è una risorsa per la squadra ed ha un contratto di 2 anni. Quando parliamo del nostro numero 9 parliamo di uno dei migliori attaccanti che ci siano. Faremo le giuste valutazioni al momento giusto. Sia chiaro che sono importanti sia la volontà del club sia quella del calciatore…”.

Tutto bene e tutto giusto, ma tutto questo lavoro con chi verrà faftto? Con Spalletti o con Conte? “Giusto dare fiducia a Spalletti, ha creato una struttura di squadra. Le voci su Conte nascono dal fatto che è un vincente ed è sul mercato ma Spalletti ha ancora due anni di contratto”. Dichiarazione ecumenica quella dell’ex dirigente juventino, con fiducia a Spalletti per le prossime partite di campionato decisive per la Champions, con apprezzamento a Conte per tenere aperto il rapporto e con la constatazione amministrativa che, per affrontare il nodo dello scioglimento del contratto di Spalletti, bisogna passare attraverso una trattativa economica davvero onerosa.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *