Montella ancora a secco: ultime 5 partite in casa, zero gol segnati

di Mattia Marinelli –

L’aeroplanino è sempre sulla cresta dell’onda, e’ tornato nella mischia, ma continua a non segnare davanti ai propri tifosi. Nelle ultime 5 partite vissute e giocate in panchina in Serie A in casa, le squadre di Vincenzo Montella non hanno segnato nemmeno un gol.

Nel conteggio finiscono le ultime 4 partite della scorsa stagione con il Milan prima di essere esonerato e quella di ieri a Firenze nel suo secondo esordio viola: Milan-Roma 0-2, Milan-Genoa 0-0, Milan-Juventus 0-2 e Milan-Torino 0-0, prima di Fiorentina-Bologna 0-0. Un record negativo da cancellare quanto prima. Già in Fiorentina-Sassuolo, prossima gara casalinga dei viola.

Nel mezzo ci sono i quattro mesi vissuti a Siviglia, dove venne annunciato come nuovo allenatore a fine dicembre 2017 e dove venne invece esonerato a fine aprile 2018. In quel caso, la prima gara in casa la perse ma almeno fece gol, anche se si trattava di un derby concluso in maniera bruciante per i biancorossi: Siviglia-Betis 3-5, il 6 gennaio 2018.

Ma è quello della Serie A il digiuno casalingo di Montella che fa tendenza e per certi versi fa notizia. Non soltanto da un punto di vista strettamente statistico. L’aeroplanino era noto per un calcio spensierato, costruttivo, offensivo. Che non riesca a dare gioie ai propri sostenitori rischia di essere un segnale di involuzione.

Il Milan della scorsa stagione e la Fiorentina nella quale è appena tornato Montella, sono due mondi distanti fra loro, due situazioni completamente diverse e a se stanti. Ma l’ultimo gol casalingo segnato da una squadra allenata da Montella è ormai piuttosto lontano nel tempo, visto che bisogna risalire al 20 settembre 2017: Milan-Spal 2-1. In quel caso furono due rigori, per cui bisogna fare ancora tre passi indietro, fino al 17 settembre 2017, in quel caso Milan-Udinese 2-1 con due reti rossonere di quel Nikola Kalinic che proprio Montella volle in rossonero ma che al Milan non ha lasciato buoni ricordi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *