Er Nocciolina no limits: romanisti e laziali lo rivogliono allo stadio!

di Marco Varini –

“Il Nocciolinaro”, o per dirla alla romana “Er Nocciolina”.  Questo il soprannome dell’uomo con un singolare potere: quello di unire le tifoserie di Roma e Lazio. Proprio così, nella città del sentitissimo derby c’è un qualcosa che unisce giallorossi e biancocelesti. Un fatto incredibile, se pensiamo alla rivalità che contraddistingue il derby capitolino. Ma chi è il Nocciolinaro? L’uomo delle noccioline evidentemente, che vendeva noccioline e snack all’interno dello stadio Olimpico. Vendeva, appunto, perché al simpatico uomo coi baffi non è più consentito l’accesso allo stadio. Alla base di questo c’è (forse) il mancato possesso di un valido tagliando, ma soprattutto la mancata licenza per la vendita.

Ma i tifosi di Roma e Lazio non ci stanno, e stanno unendo le proprie forze per riportare “Er Nocciolina” allo stadio. La conferma definitiva la si avrà domenica  nel corso di Lazio-Atalanta, ma l’intervento dei tifosi romani sembra aver dato i frutti sperati. Merito anche dell’intervento del club giallorosso, la protesta dei tifosi è arrivata infatti fino a Trigoria, e la Roma non è rimasta indifferente.  Quella del Nocciolinaro non è comunque la prima vicenda che unisce due tifoserie opposte come quelle di Roma e Lazio, basti pensare alla nota vicenda del divisorio nelle due curve dello stadio Olimpico.

La vicenda è nota. Nel 2015, per motivi di ordine pubblico, l’allora Prefetto Franco Gabrielli decide di inserire delle barriere nelle curve dello stadio Olimpico. La reazione dei tifosi di Roma e Lazio non si fa attendere,  unendo le due tifoserie in una protesta che culmina con l’assenza del tifo più caldo nel derby del novembre 2015. Un derby che farà cosi registrare il record negativo di presenze allo stadio. Ora la situazione è tornata alla normalità, con le barriere rimosse da tempo, ma era una delle poche vicende riuscita nell’impresa di unire romanisti e laziali. Questo almeno fino ad oggi, col richiamo a depositare l’ascia da derby nel segno delle noccioline, per riportare allo stadio il loro Nocciolinaro.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *