Genova sprofonda nel caos: il derby delle polemiche

di Angelica Cardoni –

La Genova del calcio naviga in acque agitate. Agitatissime, viene da aggiungere dopo le partite di ieri. Le due squadre della città sono reduci da due pareggi. Il Genoa ha sciupato una chance d’oro per portare a casa tre punti vitali in chiave salvezza, la Sampdoria viene dal 3-3 di Parma. Un risultato che delude Marco Giampaolo: “O cresciamo o me ne vado”. Insomma, dalla 35esima giornata di Serie A, nella cittadina ligure è nato il derby delle polemiche. Chi più ne ha più ne metta…

Qui Genoa – Quel calcio di rigore battuto da Sanabria contro la Roma ha scatenato un putiferio: Mirante lo para e il match si chiude sull’1-1. Un punticino, peraltro, agguantato soltanto al 91’ da Romero, bravo a rispondere al gol di El Shaarawy. Il Genoa deve centrare l’obiettivo salvezza, ma la stagione fallimentare non è proprio andata già ai tifosi che hanno attaccato il loro capitano (per avere lasciato tirare il rigore al compagno) Domenico Criscito su Instagram. Lui ha risposto a tono, per poi correggere il tiro durante la notte, specificando che è offeso da coloro che non lo reputano una vera guida. Certo è, che questo scambio social testimonia l’aria pesante che si respira al Genoa. E il forte nervosismo che regna in questo rush finale.

Qui Samp – Dall’altro lato della città, i sentimenti sono gli stessi. Non dal punto di vista della classifica, naturalmente. La Sampdoria, infatti, è a 49 punti, dietro alla Lazio. Ma questo non basta a placare le ambizioni di Marco Giampaolo che ha mal digerito il pareggio contro il Parma e ha avvisato la società: “O cresciamo o me ne vado”. Una miccia, una certezza che inizia a vacillare, una frecciatina per Massimo Ferrero che potrebbe aggiungere un ulteriore capitolo a questa saga turbolenta.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *