Cristiano Lucarelli al Napoli: bene Ancelotti, ma riprendi Zapata!

di Domenico La Marca –

Prima di essere un campione nell’era d’oro del calcio, Cristiano Lucarelli è stato un uomo vero, un leader carismatico che ci ha sempre la faccia, trascinando a suon di gol le squadre che hanno avuto la fortuna di poter contare sul suo inestimabile valore umano e sportivo. Tali caratteristiche che gli hanno permesso di imporsi nel calcio professionistico, adesso rappresentano un punto di forza del Lucarelli allenatore che con maestria e sapienza ha conquistato il cuore dei suoi ragazzi, realizzando campionati di grandissimo spessore. In esclusiva al sito DDD-Derbyderbyderby.it  è intervenuto Cristiano Lucarelli, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulle vicende di casa Napoli, ecco quanto emerso:

Il campionato del Napoli – “Reputo il campionato di Ancelotti molto positivo, anzi credo che sia andato oltre qualsiasi aspettativa, visto che non era facile sostituire Sarri, che aveva spremuto i suoi ragazzi sino alla fine. Era complesso ripartire in queste condizioni, ed il secondo posto è un ottimo traguardo. Sicuramente si poteva fare qualcosina in più in Coppa Italia, mentre l’Arsenal in Europa League ha dimostrato di essere più avanti nel progetto tecnico. Bisogna sempre ricordare che il progetto con Ancelotti è triennale, inoltre è necessario rispettare i parametri societari che comunque hanno permesso al Napoli di ottenere ottimi risultati negli ultimi anni.”

Calo fisiologico – “Il calo fisiologico del Napoli era naturale, difatti questo gruppo era reduce dall’esperienza di Sarri e sicuramente per il futuro ci sarà bisogno di nuovi innesti, ed in particolare di puntare su nuove forze in grado di aggiungere ulteriori motivazioni. Considero questa una stagione di transizione e di assestamento per la compagine partenopea.”

Il ritorno – “Zapata sarebbe un bel colpo per il Napoli, e per certi versi il suo ritorno sarebbe anche giusto, visto che i partenopei sono stati i primi a puntare realmente su di lui in Italia.”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *