Bologna-Parma: il derby dei ricordi di Colomba, il dr. Salvezza

di Redazione DDD –

Ennesimo derby emiliano al Dall’Ara, con il Bologna che ha battuto fino ad oggi solo il Sassuolo. Ma se c’è un uomo di calcio che sogna che nessuna fra Bologna e Parma si faccia male è Franco Colomba, tecnico al quale sono legate le salvezze delle due emiliane:. “Le ho salvate entrambe, abbiamo scritto pagine importanti insieme. Adesso sarò spettatore neutrale, vorrei che fosse giocata una bella partita e che si salvassero entrambe”. Così è partito nell’intervista concessa a ParmaToday.it l’ex tecnico crociato a cui è legato uno dei ricordi più belli della storia recente del Parma pre-fallimento. “Ci salvammo con merito, ci credevamo. Oggi credo che sia tutta un’altra situazione rispetto a quando sono arrivato io. Il Parma sta facendo benissimo”.

E il Bologna? – “A Bologna c’è un bel clima. L’ambiente è proiettato sulla prossima partita, la squadra è concentrata sulla salvezza che è un traguardo quasi raggiunto. L’incidente con il Milan è stato un episodio negativo tra tante cose positive dell’ultimo periodo”.

Che significa giocare di lunedì? – “Giocare un giorno dopo può essere importante. Perché molto dipenderà da quello che succede il giorno prima e da alcuni risultati. Può essere una situazione a favore”.

Che gara si aspetta? – “Il Bologna è quella che deve fare la partita perché gioca in casa, deve dimostrare di essere cresciuta e può superare il Parma in classifica. Mi aspetto una partita però di ragionamento, perché molto dipende dal giorno precedente. Una partita che si può trasformare in una gara garibaldina: di fronte ci sono due squadre che vogliono vincere”.

Peseranno di più le assenze del Bologna o del Parma? – “Il Bologna non avrà Sansone e Diks, oltre che Poli e Danilo. Sono giocatori importanti che hanno fatto cose determinanti. Sansone con le giocate e qualche gol, Diks era ormai un punto fisso sulla fascia. Poli ha entusiasmo e grinta, combattività. Ma si può sostituire con Dzemaili o altri centrocampisti. Anche il Parma è pieno di assenti, ma  queste sono partite che si giocano di collettivo. Giocare il giorno dopo è sfruttabile, ripeto”.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *