Il Genoa sconfitto adesso dipende proprio dalla…Sampdoria

di Redazione DDD –

Il gol di Pandev nel finale non ha rianimato il Genoa. A questo punto, la squadra del Grifone, sconfitta 2-1 dall’Atalanta, è assolutamente terrorizzata. Se in Sampdoria-Empoli dovesse vincere i toscani, la formazione di Andreazzoli arriverebbe ad un solo punto dai rossoblù a 2 giornate dalla fine del campionato. Insomma, uno spauracchio retrocessione per il Genoa reale e concreto, non piu’ solo paventato.

Nel maggio 2011 fu il gol di Boselli a decretare, in un derby, la retrocessione sampdoriana. Questa volta la storia funzionerà all’incontrario?

Marco Giampaolo, nella conferenza stampa della vigilia, iniziata quando ancora non era ufficiale il risultato di Atalanta-Genoa, è stato chiaro: “E’ una soddisfazione pensare che il Genoa faccia il tifo per noi. La butto sull’ironia perché è così che bisogna prenderla. Sarebbe un’offesa e un insulto ipotizzare l’idea che si perda apposta”.

Una vittoria sull’Empoli aiuterebbe il Genoa nella corsa salvezza, ma nella tifoseria genoana corre la voce che l’impegno domani possa essere minimo proprio per fare un dispetto al Grifone: “L’aspetto professionale è al di sopra di ogni sospetto. Questo fa parte della mia cultura, di quello che mi hanno insegnato. Queste sono cose che mi rimbalzano”, ha sottolinea mister Giampaolo che ha chiesto proprio alla sua squadra un obiettivo preciso: “È il solito mantra che ripeto ai calciatori: essere professionali, il rispetto per la maglia, per i tifosi, il rispetto della propria immagine, la possibilità di migliorare la classifica dello scorso anno”. Lo scorso anno chiuse con 54 punti ora ne ha 49.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *