Rovigo alza la voce: vince il derby di rugby e va in finale Scudetto

di Redazione DDD –

Dopo il pari per 10-10 in terra patavina all’andata, è arrivata lavittoria in rimonta per 18-9 del Rovigo sul Petrarca Padova nella semifinale di ritorno del Top 12 di rugby: il pronostico del resto noin era favorevole ai campioni d’Italia, che a questo punto hanno visto nel derby i rodigini staccare il pass per la finale scudetto che si giocherà a Calvisano, in casa della squadra meglio piazzata nella stagione regolare, sabato 18 maggio alle ore 17.45 con diretta tv su Rai Sport + HD e diretta streaming su Rai Play.

Il Petrarca era partito con il piede giusto, con un drop di Menniti Ippolito. I ragazzi di Casellato, però, hanno dimostrato subito di essere in giornata, sfoderando una prova di forza sulla prima mischia della gara. I padroni di casa, infatti, hanno guadagnato un calcio ed il trend si è confermato per tutta la prima fase della frazione d’apertura, riproponendosi, poi, più in là nel corso dell’incontro.

Dopo lunghi tratti di gioco in cui nervosismo e tensione, l’hanno fatta da padroni da entrambe le parti, la prima meta della sfida è arrivata alla mezzora, e porta la firma di Guido Barion (che a fine gara avrebbe ringraziato i suoi tifosi, i tifosi di Rovigo, “sono stati fantastici), che al termine di un multifase locale piuttosto corrosivo, dentro i 22 metri ospiti, ha finalizzato alla grande.

Nella ripresa, match ancora più nervoso, ma attorno alla metà della frazione, però, Rovigo ha iniziato a fare la voce grossa fino al 18-9 finale. Umberto Casellato, comprensibilmente, non stava nella pelle in conferenza stampa, almeno stando alle dichiarazioni raccolte dal Gazzettino. “Abbiamo tolto lo scudetto dalle maglie del Petrarca. Non era facile – ha detto l’allenatore – Ci siamo riusciti anche con l’aiuto del nostro splendido pubblico. Ridare l’entusiasmo di una finale Scudetto a tutta questa gente è bellissimo”.

Andrea Marcato, nel post partita, non ha fatto fatica a riconoscere la sconfitta. “Credo che la differenza sia stata fatta alla fine, quando Rovigo ha puntato sulla mischia. Con Brugnara, Momberg e D’Amico sono stati superiori – ha detto il tecnico del Petrarca, come riporta il Mattino di Padova – Noi eravamo li, ci abbiamo provato; potevamo fare di più nel primo tempo ma non abbiamo sfruttato le opportunità. Rovigo ha capitalizzato meglio. Sono stati più bravi di noi, bisogna riconoscerlo, anche in una giornata non certo favorevole al bel gioco”.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *