Il dopo Roma: Juve non far la stupida domenica sera…

di Franco Ordine –

Molti lo chiamano aiutino. È quello che servirebbe al Milan per riuscire a sorpassare, sotto lo striscione del traguardo, l’Atalanta nella corsa disperata al quarto posto. Sul punto vorrei aggiungere che vista la Spal di domenica sera contro il Napoli, forse è il caso per i rossoneri di Gattuso di concentrarsi su quell’ostacolo che non sarà molto agevole da superare all’ultimo turno. Allora torniamo all’argomento del giorno. La Juve dell’Olimpico, per un tempo, il primo, è stata all’altezza della sua fama. Ha sfiorato più volte il bersaglio. Mirante, il portiere, è stato decisivo col contributo del palo a fermare l’armata bianconera.

Nella ripresa poi s’è lasciata infilare in contropiede classico. Forse è il caso di correggere la definizione aiutino e di intitolarlo “comportati da Juve”. Non lo pretendono solo i milanisti che magari hanno perso qualche speranzella dopo il 2 a 0 di domenica sera a Roma. Lo pretendono la storia del club bianconero e anche l’onore di qualche protagonista bianconero (a proposito: la nuova maglia è orribile, ndr) che non ci sta a fare figuracce in giro per il Belpaese. Il primo della lista è Cristiano Ronaldo. Se non ci fosse lui, proteso come si ritrova a scalare la classifica del gol, forse ci sarebbe da ridurre le speranze al lumicino.

Intendiamoci: piegare la resistenza d’acciaio dell’Atalanta non è mica semplice. Basta sfogliare i precedenti più recenti per capire al volo. Perciò bisogna che la Juve, nel giorno in cui festeggerà lo scudetto, tiri fuori una prova magistrale che serva anche da commiato per Allegri con la sua folla che non gli è mai stata molto amica. Non fare la stupida domenica sera, ecco il titolo giusto per Juve-Atalanta di domenica prossima.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *