Dario ha vinto il derby con la sorte: no amputazione, ancora campo

di Davide Capano –

Forse non molti conosceranno la storia di Dario Scuderi, 21enne calciatore di Paternò (Catania) in forza al Borussia Dortmund. Il 14 settembre del 2016, in Youth League contro il Legia Varsavia, si è infortunato gravemente al ginocchio, rompendosi crociato, menisco e legamenti. Un infortunio terribile, il più brutto mai visto, secondo il medico del club giallonero. Addirittura si era parlato di un’ipotesi di amputazione per problemi di circolazione. Ebbene il giocatore è uscito da questo lungo calvario: recentemente è stato convocato dal Borussia Dortmund Under 23.

Scuderi è andato in panchina nelle sfide di quarta serie tedesca contro Borussia Mönchengladbach e Wuppertaler Sport-Verein E, se tutto va bene, per la prossima stagione lo troveremo in grande forma sui campi da calcio. A quasi mille giorni da quel tremendo incidente… Magari già sabato in casa con l’Alemannia Aachen nell’ultima di campionato. Perché il calcio ha sempre storie da raccontare che hanno un lieto fine.

“Il peggior infortunio che potresti mai immaginare”, aveva detto il chirurgo che ha operato il calciatore, il professor Michael Strobel, spiegando che sono stati coinvolti “i legamenti, tutti i muscoli e i tendini”. C’è un video che mostra l’infortunio ma che è preferibile non guardare vista la crudezza delle immagini. Il suo club non solo ha supervisionato i suoi quasi tre anni di riabilitazione e recupero, ma gli hanno anche fornito una rete di sicurezza nel caso in cui non fosse tornato indietro, finanziando la sua formazione in management dello sport. Ad oggi non ha ancora rimesso piede in campo, ma in tanti sono convinti che presto lo vedremo tornare sul terreno di gioco.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *