Solo cortine fumogene: il grande silenzio di Andrea e Max

di DDD –

Dopo la finale di Cardiff, dopo una bruciante sconfitta, due anni fa, Allegri era andato sorridente all’incontro con il presidente Agnelli. Allo scoperto, davanti alle telecamere, alla luce del sole. Oggi, invece, due anni dopo e ormai qualche settimana dopo la notte fatale con l’Ajax, tutto è stato silenzioso, misterioso, vagamente cupo e omertoso.

Per tutta la giornata, si sono rincorse solo ipotesi. Dalla Juventus non è trapelato assolutamente nulla a livello mediatico. L’incontro doveva esserci alla Continassa, ma tutti via senza parlare: non c’è stato nessun vertice tra i due. Poi in serata prima i sussurri poi le voci infine le certezze: l’atteso summit tra Agnelli e Allegri c’è stato. A cena. Non si da cosa si sono detti, ma sono attesi a breve nuovi risvolti.

Si sarebbe diunque tenuto un summit di tre ore tra Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri.  Zero notizie certificate e verificate però, sia sul contenuto dell’incontro che quindi sul futuro del tecnico livornese al centro di una ridda di voci.

Non è nemmeno certo se l’incontro sia avvenuto a cena tra Allegri e Agnelli, o in un altro contesto, con le parti che probabilmente si riaggiorneranno solo nei prossimi giorni, magari all’indomani di Juventus-Atalanta per non contaminare la festa Scudetto. Ma tutto è così in divenire che, come nel caso De Rossi, tutto potrebbe diventare pubblico da un momento all’altro, anche nella giornata di oggi, per tutti gli sviluppi in merito al futuro della panchina della Juventus.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *