Genoa e Cagliari occhi negli occhi: a Marassi si trema e si lotta!

di Valentina Alduini –

180′ di fuoco. Due turni alla fine del campionato. Due giornate in cui il cerchio, inevitabilmente, andrà a chiudersi, in modo gioioso per alcuni e in maniera amara per altri. Se la questione scudetto è infatti chiusa da tempo, per quanto riguarda l’accesso alla prossima stagione di coppe europee e la questione retrocessione c’è ancora qualcosa da scrivere. E a proposito della zona bassa della classifica, quella in cui giacciono le squadre che rischiano di finire in Serie B, assisteremo ad un match scoppiettante: Genoa-Cagliari.

Genova e Cagliari, infatti, fanno parte di due delle 7 piazze che vivranno queste ultime giornate di Serie A con il fiato in gola per via del rischio retrocessione. Lo spettro del campionato cadetto, purtroppo, aleggia anche su di loro. Un fantasma insidioso e temuto, sia da chi sta sul campo che dalle rispettive tifoserie. Divise da quattro punti, le due squadre si daranno battaglia per cercare di ottenere una vittoria che per entrambe varrebbe davvero molto.

Il Genoa parte da quota 36 punti mentre il Cagliari è relativamente più tranquillo, essendo a quota 40 dove condivide la posizione con Fiorentina e Bologna. Naturalmente, stante il pericolo di dover salutare la massima serie, va da sé che un pareggio potrebbe non essere abbastanza per cercare di darsi un po’ di respiro.

Scrutando le statistiche emerge che, su 40 incontri tra i due club in Serie A, il Cagliari ne ha vinti 15 contro i 13 portati a casa dal Genoa e, per il resto, ci sono stati soltanto dei pareggi. Se i sardi non vincono in campionato da tre turni di fila, i liguri non riescono a portare a casa i tre punti da otto partite.

Per cercare di battere il Cagliari, in attacco mister Prandelli potrebbe puntare sul duo composto da Pandev e Lapadula. Dal canto suo, Maran potrebbe rispondere schierando titolari Pavoletti e Joao Pedro con Birsa alle loro spalle.

Classifica alla mano, è inevitabile pensare che ad essere maggiormente sotto pressione sia il Genoa, anche perchè l’Empoli (che giocherà in casa contro il Torino) si trova sotto solo di un punto. E, chissà in quanti si staranno ponendo un quesito: se Piatek non fosse partito nel corso del mercato di riparazione, adesso, la situazione della squadra ligure sarebbe la stessa? Data la crisi passeggera dell’attaccante polacco, darsi una risposta appare più difficile di quanto non si possa pensare.

Tuttavia, anche se il Cagliari potrebbe partire relativamente più tranquillo rispetto agli avversari, di certo terrà alta la guardia perchè un calo di attenzione, in un momento così caldo della stagione, non è assolutamente concesso. Tra qualche ora, conosceremo il risultato di questo “derby” valido per conquistare punti importanti per allontanarsi dalla zona rossa, ossia quella parte di classifica che rischia di condannare inevitabilmente a lasciare la Serie A.

 

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *