FA Cup al City: Guardiola vince il derby con se stesso

di Angelica Cardoni –

Record è la parola adatta per Pep Guardiola. Il City batte il Watford 6-0 e prosegue i festeggiamenti iniziati una settimana fa. Per la prima volta, un club inglese riesce a portare a casa tutti e tre i trofei nazionali in una stagione (Coppa di Lega, Premier e FA Cup). Un treble indimenticabile e ora, lo spagnolo, può continuare a sfidare se stesso, nella speranza di migliorarsi sempre. Del resto, dove c’è lui si vince. E a trionfare non è soltanto la squadra che allena. L’intero movimento calcistico ne trae beneficio. Con lo spagnolo rispettivamente sulle panchine di Barcellona e Bayern Monaco, la Spagna e la Germania hanno vinto il Mondiale. Sarà arrivato il turno dell’Inghilterra?

Guardiola ha allenato il Barcellona dal 2008 al 2012, proprio negli anni in cui la Spagna si è portata sul tetto del mondo. Quattro stagioni di successi, con due Europei e un Mondiale in bacheca. E con la squadra blaugrana in formissima, tanto che Pep centrò subito il triplete alla sua prima panchina. Un crescendo di vittorie che portò Guardiola a eguagliare (per poi superare)  Johan Cruijff come allenatore più vincente della storia blaugrana con 11 successi conquistati. Fino ad arrivare a quota 14.

Numeri da capogiro che prepararono Guardiola per un’altra avventura. Quella sulla panchina del Bayern Monaco, dal 2013 al 2016. Prima la Supercoppa UEFA vinta contro il Chelsea, poi la Coppa del mondo per club, fino alla vittoria del suo primo campionato tedesco. Non l’unico, visto che Pep trionfò anche nel 2014, a pochissimi mesi di distanza dalla vittoria dei Mondiali della Germania di Joachim Löw.

E ora? L’allenatore spagnolo si gode la vittoria della Premier League con il Manchester City, nell’anno in cui le squadre inglesi conquistano l’Europa. Tottenham e Liverpool in finale di Champions, Chelsea e Arsenal a Baku per l’Europa League. L’ironia della sorte non ha riservato un posto in finale al suo City (secondo quanto riportato dal New York Times, rischia di essere squalificato dalla prossima Champions), che fa festa “solo” in patria. Nel frattempo, però, l’Inghilterra deve approfittare di Pep. Un portafortuna pregiato. E può farlo già in Nations League, visto che il 6 giugno gli inglesi affronteranno gli olandesi in semifinale. Insomma, prima che qualcuno lo porti altrove…

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *