Il Mahmood degli arbitri è lui: Gamal Mokhtar

di Davide Capano –

Già un anno fa, alla sezione di Lecco avevano brindato a spumante: l’arbitro Lorenzo Maggioni e l’assistente Gamal Mokthar promossi nella Commissione Arbitri Nazionale B, i primi ufficiali di gara lecchesi a salire nella serie cadetta.

Ma all’assistente italo-egiziano è bastato un campionato per ottenere la prima designazione in Serie A. La coppia Rizzoli-Stefani (che cura in modo particolare gli assistenti) lo ha inserito nella squadra arbitrale di Cagliari-Udinese. Premio a un’ottima stagione, che fa di Mokthar il primo italiano di seconda generazione tra gli ufficiali di gara a sbarcare nella massima serie.

Padre egiziano, mamma italiana, Gamal è un ragazzo sui 35 anni nato e cresciuto a Robbiate, nel Meratese, la porzione di Brianza lecchese in cui ha mosso i primi passi da arbitro (solo in età “avanzata” ha scelto di spostarsi sulle fasce…), superando l’esame nel 2002. Ragazzo umile – dicono –, con i numeri per fare una grande carriera. Un anno fa, quando gli fu comunicata la promozione in Serie B, commentò così: “Io sono un idraulico e, soprattutto per i turni infrasettimanali, devo ringraziare il mio datore di lavoro che mi lascia piena libertà di allenarmi. Mi ritengo un privilegiato per questo”.

La notizia ha generato grande entusiasmo all’interno della sezione arbitrale di Lecco presieduta da Stefano Giampaolo: “Ci rende orgogliosi sottolineare – ha dichiarato a leccotoday.itcome ‘il nostro’ Gamal sia il primo arbitro italiano di seconda generazione a essere designato per una gara di Serie A”.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *