Aglietti o Juric per l’Hellas nel derby con il Brescia in A?

di Davide Capano –

È l’Hellas Verona la terza squadra promossa in Serie A, dopo Brescia e Lecce. I gialloblù del tecnico Alfredo Aglietti, subentrato nel corso della stagione a Fabio Grosso, conquistano la massima serie grazie al successo per 3-0 al Bentegodi sul Cittadella nella finale di ritorno dei playoff. Le reti che ribaltano il 2-0 dell’andata portano la firma di Zaccagni, Di Carmine e Laribi. Gli ospiti pagano in particolare le espulsioni per somma di ammonizione di Parodi e Proia. Sale quindi il Verona, mentre sfuma il sogno della formazione allenata da Roberto Venturato.

Al termine della gara Di Carmine, autore del raddoppio scaligero con splendido colpo di tacco, è intervenuto ai microfoni di DAZN: “È difficile trovare parole, è un’emozione unica. Abbiamo un pubblico eccezionale, dedichiamo questa vittoria a loro. È stata una stagione difficile, con tante difficoltà, ma siamo stati bravissimi a compattarci e tirare fuori il carattere. Questa è la vittoria del gruppo. Sicuramente la Serie A è il coronamento di un sogno, sono venuto qui per fare una stagione da protagonista e finalmente ce l’ho fatta. Ringrazio il mister e la società. Sicuramente il gol che ho fatto è bellissimo, ma sarebbe andato bene anche a porta vuota. L’importante era segnare e vincere”.

Curiosità? Il 29 gennaio 2000 Aglietti gioca la sua ultima partita con la maglia del Verona. Quasi 20 anni dopo, da allenatore, disegna il ritorno dei Butei in A dopo 12 mesi. Perché certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Specie nella città di Giulietta e Romeo. Anche se le ultime voci di mercato parlano di Ivan Jurić vicino alla panchina veronese… Chissà cosa ne penserebbe il Bardo William Shakespeare? Un croato o un italiano sfideranno il Brescia nel derby del Garda in Serie A?

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *