Da Gigi a Gigio: Parigi val bene una vocale in più?

di Enrico Vitolo –

Da Gigi a Gigio il passo è breve. Brevissimo, e non solo per il nome in comune. Talmente tanto che per Buffon e Donnarumma passarsi il testimone sembra essere, non solo un gioco da ragazzi, ma soprattutto una vera e propria tradizione, che chissà potrebbe anche essere rispettata nel corso del futuro prossimo. Per l’ultima volta. Una tradizione che è iniziata con la consegna decisamente impegnativa del titolo di nuova promessa del calcio italiano e mondiale, e che poi è proseguita con quella ancora più importante della maglia da titolare della Nazionale italiana. In pratica in appena tre anni e mezzo è accaduto davvero di tutto.

Non solo da rivali ma anche da compagni di squadra, Gigi e Gigio hanno saputo scrivere insieme una storia avvincente che forse non sembra essere ancora arrivata alla sua conclusione. Calciomercato permettendo, sia chiaro. Ma per l’eventuale finale a sorpresa c’è da pazientare solo un pochino. Giusto qualche settimana, e poi capiremo se la tradizione verrà davvero rispettata per l’ultima volta. Intanto la certezza è che l’ex numero uno azzurro ha salutato tutti ed ha lasciato ufficialmente Parigi dopo appena una stagione (ritorno al Parma o direzione Brescia?). Il suo sostituto in azzurro, invece, non sa quali saranno le sue certezze estive, ma anche lui molto presto potrebbe salutare tutti a Parigi. In questo caso, però, non per dire addio.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *