Regalo per il neo 60enne Ancelotti: il derby Insigne con il Benevento…

di Leonardo Sasso –

Il Napoli sfiderà il Benevento in un’amichevole durante il ritiro estivo a Dimaro-Folgarida. Le due squadre campane, infatti, vivranno il mese di luglio a pochi chilometri di distanza in quanto i sanniti saranno a Pinzolo.

La notizia è trapelata oggi, proprio nel giorno del 60 esimo compleanno di Carlo Ancelotti che, nelle varie interviste ha parlato molto dei suoi ricordi trionfali rossoneri. Ma l’attuale allenatore del Napoli ha incassato anche gli auguri presidenziali da parte dei Aurelio De Laurentiis. Prima sui social, poi anche tramite Sky Sport: “Ciao, carlo Carlo, oggi diventi tre volte ventenne. Come sono stati questi tre ventenni? Molto intriganti. E mi aspetto che i prossimi tre vent’anni che ti aspettano per superare il secolo siano altrettanto pieni di grande entusiasmo, di grande simpatia e capacità emozionale come tu hai sempre avuto”.

Oltre a giocare contro i campioni d’Europa del Liverpool, ancora una volta fatali ad Ancelotti nella scorsa edizione della Champions League, ci sarà dunque il derby amichevole campano durante l’estate trentina dei partenopei, In occasione degli unici due confronti in Serie A, Napoli-Benevento 6-0 e Benevento-Napoli 0-2, sulla panchina azzurra c’era Maurizio Sarri.

Quello della prossima estate, sarà anche un po’ il derby Insigne, visto che Lorenzo è il leader del Napoli e suo fratello Roberto è reduce da una stagione comunque importante nel Benevento. Roberto Insigne quest’anno infatti è stato tra i giocatori chiave del Benevento. Una stagione da ricordare per lui ed è pronto per trascinare i suoi compagni in Serie A a suon di giocate, gol e assist. 8 reti e 7 assist in stagione regolare, prima della semifinale playoff persa inopinatamente contro il Cittadella poi a sua volta superato sul filo di lana dal Verona.

Lo stesso giocatore napoletano, in merito ai rapporti fra Benevento e Napoli, di recente ha raccontato un aneddoto: “Il presidente Vigorito mi ha voluto a tutti i costi. De Laurentiis chiedeva tanto (obbligo di riscatto a 1,5 milioni in caso di A). A un certo punto Vigorito gli ha detto, battendo i pugni sul tavolo: ‘Aurelio, guarda che sto comprando Roberto, mica Lorenzo!’.E giù tutti a ridere”.

 

 

 

 

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *