Il derby della telefonata: illecito? Il Manduria rischia grosso…

di Mattia Marinelli –

Manduria, la città dei Messapi, Salento settentrionale, provincia di Taranto. Galatina, comune molto popoloso, Salento centrale, provincia di Lecce. Entrambe le città sono nell’area orientale del territorio salentino. E nel calcio fra le due compagini, c’è grande rivalità.

La cosa paradossale è che proprio sul più bello una delle due, il Manduria, rischia di passare dal sogno del salto nel campionato di Promozione per il quale ha maturato i diritti in termini di ripescaggio alla retrocessione in Seconda categoria.

E tutto questo a causa di una telefonata malintesa fra i presidenti dei due club rivali, il Manduria appunto e il Galatina, nella parte finale del campionato 2015-2016. A quell’epoca il presidente del Galatina chiama al telefono il suo omologo del Manduria e gli chiede di battere la capolista Avetrana.

In quel caso il Galatina sarebbe stato avvantaggiato nella rincorsa al primo posto. Ma, sostengono a Manduria, anche senza quella telefonata (di cui potrebbe essere punita anche solo l’intenzione dolosa, ma se fosse stato tutto un gioco di battute?), noi ci saremmo impegnati perchè erano in gioco le ultime residue chances di partecipare ai playoff per la promozione.

Insomma, il Manduria vinse quella partita e oggi deve risponderne, a causa di una intercettazione telefonica. Non c’è altro: il Galatina infatti non ha pagato “la pizza” ai giocatori del Manduria e nemmeno ci sono stati altri favori visto che, quindici giorni prima della gara incriminata con l’Avetrana, il Manduria aveva vinto 2-1 anche il derby con il Galatina stesso.

Come non bastasse, rispetto all’epoca dei fatti contestati dalla Procura federale, il Manduria aveva anche un’altra proprietà. Proprio vero quando è derby e quando c’è rivalità, non bisogna sentirsi mai, nemmeno e soprattutto al telefono. Derby e basta.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *