Gli estenuanti derby di mercato fra Cairo e De Laurentiis

di Elena Rossin –

Negli ultimi anni quasi immancabilmente e soprattutto nella sessione estiva del mercato vanno in scena tormentoni di mercato fra il Torino e il Napoli con i presidenti Cairo e De Laurentiis che si sfidano in trattative lunghe ed estenuanti di compra-vendita di giocatori. Il motivo del contendere gira sempre intorno ai soldi. Chi ha il giocatore da vendere pone un prezzo alto e chi vuole comprare ritiene la cifra oltremodo cara e così inizia un tira e molla fino all’ultimo centesimo per arrivare a trovare un accordo.

La prima di queste epiche trattative fu per Maksimovic, il difensore serbo, che passò dal Torino al Napoli nell’estate del 2016, ma De Laurentiis aveva provato già l’anno precedente a ottenerlo da Cairo senza riuscirci. Alla fine la compra-vendita si fece dopo che il giocatore non si presentò più agli allenamenti prima di una partita di Coppa Italia con la Pro Vercelli e se ne ritornò in Serbia, facendo infuriare l’allora allenatore granata Mihajlovic, che voleva farne una colonna della difesa stante anche il passaggio di Glik al Monaco. La rottura del giocatore con il club portò infine all’accordo del prestito oneroso per 5 milioni più l’obbligo di riscatto fissato a 20.

Nella stessa estate ci fu il passaggio, con direzione inversa, di Valdifiori con trattativa separata da quella per Maksimovic, ma anche in questo caso non fu semplice stante anche l’antefatto che l’estate prima il Torino aveva già cercato il centrocampista, allora in forza all’Empoli, ma non era riuscito ad aggiudicarselo perché andò al Napoli raggiungendo mister Sarri, che lo aveva già allenato quando era sulla panchina dei toscani. Per Valdifiori la trattativa comunque fu meno estenuante rispetto a quella per Maksimovic e fu trovato un accordo per 3,5 milioni.

Altro capitolo della saga è andato in scena nel 2018 quando il Napoli voleva Belotti e anche Sirigu, ma in quest’occasione Cairo fu inamovibile e si rifiutò di cedere i due giocatori che rimasero in granata nonostante le ripetute insistenze del Napoli che riprovò a strappare al Torino, in particolare il capitano granata, anche a gennaio e coltiva ancora adesso qualche mira.

In questa sessione di mercato il tormentone si è spostato su altri tre giocatori e questa volta è il Torino a volerli prelevare dal Napoli: Verdi, Mario Rui e Karnezis. De Laurentiis non si oppone alla cessione, ma soprattutto per l’attaccante e il terzino ha fatto richieste economiche ben precise che ovviamente Cairo ritiene eccessive. Per Verdi il Napoli vuole 25 milioni e per Mario Rui 18, mentre il Torino non vuole spendere più di 18 massimo 20 con i bonus per l’attaccante e 10 per il terzino.  Si tratta ad oltranza e si vedrà come andrà a finire e chi la spunterà. Una cosa però è certa: i derby di mercato fra Cairo e De Laurentiis sono persino più combattuti di quelli in campo.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *