Inzaghi-Ventura nel derby fra Benevento e Salernitana

di Davide Capano –

Un pizzico di emozione e tanta voglia di ricominciare dopo l’ultima sfortunata stagione a Bologna, con un obiettivo ben chiaro in testa: riconquistare da protagonista la Serie A alla guida del Benevento. Un vero e proprio show quello al quale ha partecipato Filippo Inzaghi, presentato ufficialmente ieri come nuovo allenatore giallorosso in occasione di una conferenza stampa caratterizzata da luci e colori nella quale sono anche state presentate le maglie ufficiali che verranno indossate dai giocatori nella prossima stagione, in cui si celebrerà il 90° anniversario della nascita del club.

L’ex attaccante del Milan e della Nazionale italiana ha preso la parola e ha chiarito i suoi obiettivi per la prossima annata, da affrontare da protagonista in Serie B: “Sono orgoglioso di essere venuto insieme al mio staff al Benevento – ha esordito Inzaghi –, con il presidente Vigorito c’è stato immediatamente grande feeling, è scattata subito la scintilla. La cosa che di lui mi ha colpito di più sono state le sue parole. Non mi ha chiesto di conquistare la promozione in Serie A, ma di fare in modo che la sua squadra lo possa rendere orgoglioso. Io, in ogni caso, sono certo che sul campo, con l’aiuto di tutti quanti voi, riconquisteremo la A”.

A margine della presentazione con il Benevento, Inzaghi ha anche parlato ai microfoni di Sky Sport della sua ex squadra, il Milan. L’ex numero 9 ha condiviso la decisione del club di affidare la panchina a Marco Giampaolo: “Penso che la società abbia fatto la scelta giusta – ha precisato –, Giampaolo mi piace per il modo di lavorare che ha con i giovani. Credo che fosse necessario ripartire e penso che Maldini e Boban in società siano una garanzia. A tutti loro auguro il meglio, ma adesso io penserò al Benevento. Faccio fatica a stare a casa, ho tanta voglia di ripartire e sono contento di avere questa chance”.

In chiusura anche il presidente Vigorito ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a scegliere l’ex allenatore di Venezia e Bologna: “Tutti conosciamo Pippo Inzaghi e sappiamo chi è – ha concluso –, ma la cosa che mi ha colpito maggiormente di lui è la sua grande voglia di vincere e la capacità di trasmettere questo suo desiderio a tutti noi, a partire dalla squadra”. Chissà come finirà il Derby con la Salernitana di Ventura… 

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *